Coronavirus

“Rinascerò, rinascerai” di Roby Facchinetti, una canzone per Bergamo

Da domani, in onda su tutte le radio, la canzone "Rinascerò, rinascerai", scritta da Roby Facchinetti e Stefano d'Orazio, in omaggio alla città di Bergamo
roby-facchinetti

Da venerdì 27 marzo sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali l’inedito “Rinascerò, rinascerai”: Una canzone per Bergamo, scritta da Roby Facchinetti e Stefano D’Orazio. Una canzone nata a sostegno dell’emergenza da coronavirus, in particolar modo per la città di Bergamo gravemente colpita dal Covid-19. I proventi saranno, infatti, interamente devoluti all’ospedale Papa Giovanni XXIII.

Una canzone per Bergamo

«Dopo aver visto in televisione le immagini dei camion dell’esercito che trasportavano le salme dei miei concittadini» racconta Roby «sono stato travolto dall’emozione, il pianto e la rabbia mi hanno portato al pianoforte e in pochi minuti è nata la musica e il titolo di “Rinascerò, rinascerai”. La canzone per Bergamo è il desiderio di rinascita e di speranza. Una dedica a chi ci ha lasciato e ai loro familiari, un ringraziamento per tutti coloro che lavorano incessantemente al bene degli altri: medici, infermieri e tutto il personale ospedaliero, sono gli eroi e le eroine di questi nostri giorni. Una preghiera per una città che non si arrende».

Un inno al futuro di una città ferita

«Qualche giorno fa Roby mi ha chiamato con la voce rotta dal pianto» prosegue Stefano. «Tra un respiro e un silenzio mi ha raccontato della straziante visione alla quale aveva appena assistito… Bergamo è la mia seconda città, una città che mi ha adottato, mi ha accolto e dove ho trascorso i miei migliori anni di lavoro. “Rinascerò, rinascerai” vuole essere una canzone per Bergamo, un inno al futuro di una città ferita che “quando tutto sarà finito, tornerà a riveder le stelle” ».

Medici e infermieri nel video della canzone

A supporto del brano è stato realizzato un video con immagini della città montate con i volti di coloro che, a vario titolo, hanno partecipato al progetto, in particolare il personale ospedaliero, medico, infermieristico di Bergamo, il mister e i giocatori dell’Atalanta a cui va un grande ringraziamento da parte di Roby e Stefano.

I proventi saranno devoluti all’ospedale di Bergamo

Tutti i proventi dei download e dei diritti d’autore ed editoriali (Facchinetti/D’Orazio) saranno totalmente devoluti – rispettivamente da SonyMusic e dalla SIAE – a favore dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo per l’acquisto di attrezzature mediche.

Sarà, inoltre, possibile fare donazioni spontanee sul conto corrente dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

IBAN: IT75Z05696111000000008001X73 causale: Progetto Rinascerò, rinascerai SEGUITO DA NOME, COGNOME E CODICE FISCALE

© Riproduzione Riservata