Sei qui: Home » Intrattenimento » “M. Il figlio del secolo”, a breve il primo ciak della serie tv targata Sky
serie

“M. Il figlio del secolo”, a breve il primo ciak della serie tv targata Sky

"M. Il figlio del secolo", adattamento dell'omonimo romanzo di Antonio Scurati vincitore del Premio Strega, è la nuova serie tv targata Sky Studios.

Sarà il pluripremiato regista di fama internazionale Joe Wright (L’ora più buiaEspiazioneCyrano) a dirigere “M. Il figlio del secolo” , la nuova serie Sky Original adattamento dell’omonimo romanzo di Antonio Scurati vincitore del Premio Strega e bestseller internazionale, che racconta la nascita del fascismo in Italia e l’ascesa al potere del Duce Benito Mussolini.

“M. Il figlio del secolo”, la serie tv 

Wright, che dirigerà tutti gli 8 episodi della serie e batterà il primo ciak presso i Cinecittà Studios nelle prossime settimane, ha dichiarato:

«Portare sullo schermo un romanzo come “M. Il figlio del secolo” è una sfida incredibile che non vedo l’ora di affrontare. Spero di riuscire a restituire le luci e le ombre di un periodo storico e di un personaggio che, nel bene e nel male, hanno definito un’intera era».

Nell’ambito della diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma, il 18 ottobre il regista inglese sarà inoltre protagonista, insieme agli sceneggiatori Stefano Bises e Davide Serino, dell’incontro “M. La serie”. “M – Il figlio del secolo”  è una serie prodotta da Sky Studios e da Lorenzo Mieli per The Apartment Pictures, società del gruppo Fremantle, in collaborazione con Pathé.

La serie “M. Il figlio del secolo” ripercorrerà la storia dalla fondazione dei Fasci Italiani nel 1919 fino al famigerato discorso di Mussolini in parlamento dopo l’omicidio del deputato socialista Giacomo Matteotti nel 1925. Offrirà inoltre uno spaccato del privato di Mussolini e delle sue relazioni personali, tra cui quelle con la moglie Rachele, l’amante Margherita Sarfatti e con altre figure iconiche dell’epoca. Come il romanzo, la serie racconterà la storia di un paese che si è arreso alla dittatura e la storia di un uomo che è stato capace di rinascere molte volte dalle sue ceneri. 

Scritta da Stefano Bises (Gomorra – La Serie, The New Pope, ZeroZeroZero, Speravo de morì prima) e Davide Serino (1992, 1993, Il Re, Esterno Notte), la serie racconterà gli accadimenti con accuratezza storica, con ogni evento, personaggio, dialogo e discorso storicamente documentato o testimoniato da più fonti. “M – Il figlio del secolo” arriverà in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW in tutti i territori Sky in Europa. La distribuzione internazionale sarà curata da Fremantle.

Pubblicato in Italia da Bompiani nel 2018, “M. Il figlio del secolo” di Antonio Scurati è stato tradotto ad oggi in 46 paesi, ha venduto oltre 600.000 copie. Negli Stati Uniti è edito da HarperCollins. È il primo di una trilogia dedicata da Scurati al fascismo e a Benito Mussolini.

Joe Wright

Ma andiamo a scoprire qualcosa di più sul regista di “M. Il figlio del secolo”. Joe Wright ha studiato al St. Martin’s College di Londra. Con i suoi nove lungometraggi da regista usciti ad oggi, Wright ha collezionato, tra candidature e vittorie, 35 BAFTA, 24 Academy Awards e 12 Golden Globe.

Nel 2005 debutta alla regia di un lungometraggio con “Orgoglio e pregiudizio”, con Keira Knightley, Matthew MacFadyen, Rosamund Pike e Donald Sutherland. Il film gli ha fatto vincere il Premio BAFTA come miglior regista. “Espiazione”, adattamento del libro di Ian McEwan, esce nel 2007. Scritto da Christopher Hampton e interpretato da Knightley e James McAvoy, il film vince un Oscar per la migliore colonna sonora originale.

Nel 2009 esce il film “Il solista”, con Robert Downey Jr. e Jamie Foxx, seguito nel 2011 da “Hanna”, che vede protagoniste Cate Blanchett and Saoirse Ronan. Nel settembre 2012 il regista di “M. Il figlio del secolo” presenta al pubblico “Anna Karenina” con Keira Knightley, Jude Law e Aaron Taylor-Johnson, che vince un BAFTA e un Oscar per i migliori costumi. Poco dopo debutta nel mondo del teatro con “Trelawny of the wells”, in scena al Donmar Theatre, seguito da “A season in the Congo” con Chiwetel Ejiofor, in scena al Young Vic.

Nel 2015 collabora con la Warner Bros per il lungometraggio “Pan, viaggio sull’isola che non c’è”. Il film, che vede Hugh Jackman fra i protagonisti, è una lettera d’amore agli scritti di JM Barrie e segue un giovane Peter mentre viaggia verso l’Isola che non c’è. Nel 2017 esce “L’ora più buia”, con Kristin Scott Thomas, Lily James e Gary Oldman che vince l’Oscar come miglior attore protagonista per la sua performance nei panni di Sir Winston Churchill.

“La donna alla finestra” è arrivato nel maggio 2021 su Netflix. Il cast comprende Amy Adams, Julianne Moore e Gary Oldman. L’ultimo film del regista di “M. Il figlio del secolo” è “Cyrano”, musical tratto dal “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand. Vede come protagonisti Peter Dinklage, Haley Bennett, Kelvin Harrison Jr. e Ben Mendelsohn.

Sky Studios

Sky Studios, casa produttrice di “M. Il figlio del secolo”, è la divisione di Sky dedicata alla programmazione originale in tutta Europa, focalizzata su sviluppo, produzione e finanziamento di contenuti originali — film e serie, drammi e commedie — per gli oltre 23 milioni di utenti Sky, sulla scia del successo delle produzioni Sky Originals più acclamati dalla critica, come Chernobyl, vincitore di un Emmy, o Save Me Too, vincitore di un Bafta oltre a grandi successi internazionali come Das Boot, A Discovery of Witches e Gangs of London.

Sky Studios è la nuova casa creativa degli imperdibili Sky Originals, come The Midwich Cuckoos, Blocco 181 e Souls. Si tratta di uno Studio agile: sempre in cerca di storie inedite da voci nuove, e al contempo impegnato in collaborazioni creative con autori, produttori e talenti dello schermo.

© Riproduzione Riservata