Sei qui: Home » Intrattenimento » “La risposta è nelle stelle”, il romantic-drama tratto dal romanzo di Nicholas Parks
film da vedere

“La risposta è nelle stelle”, il romantic-drama tratto dal romanzo di Nicholas Parks

Scritto dallo stesso autore del romanzo da cui è tratto, Nicholas Sparks, "La risposta è nelle stelle" mette a confronto due generazioni e conseguentemente due diversi intrecci amorosi, esplorando le sfide e le infinite ricompense di una lunga e duratura storia d'amore.

Stasera 14 novembre alle ore 12.10 su Rai Movie andrà in onda il film “La risposta è nelle stelle” (The Longest Ride), il romantic-drama diretto da George Tillman Jr. e scritto dallo stesso autore del romanzo da cui è tratto, Nicholas Sparks. La pellicola mette a confronto due generazioni e conseguentemente due diversi intrecci amorosi, esplorando le sfide e le infinite ricompense di una lunga e duratura storia d’amore.

La risposta è nelle stelle

Protagonista de “La risposta è nelle stelle” è la storia d’amore tra Luke, un ex campione di rodeo che cerca di tornare alle competizioni e Sophia, una studentessa che sta per intraprendere il lavoro dei suoi sogni nel mondo dell’arte a New York. Proprio mentre il loro rapporto viene messo a dura prova da ambizioni e ideali contrastanti, Sophia e Luke si imbattono inaspettatamente in Ira, il cui ricordo della decennale storia d’amore con l’adorata moglie ispirerà e scuoterà profondamente la giovane coppia.

Il film, così come il romanzo a cui è ispirato, ci ricorda che anche le decisioni più difficili possono essere l’inizio di un viaggio straordinario, perché i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili.

 

Differenze tra romanzo e film

Il libro “La risposta è nelle stelle” inizia con Ira che, dopo essere finito con la macchina in un burrone, per sopravvivere si aggrappa ai ricordi del suo amore insieme a Ruth; così si passa dalla narrazione in prima persona al ricordo di dialoghi tra Ruth e Ira riguardanti il loro passato. Il film, invece, si apre con l’incidente di Luke, poi avviene un salto temporale di un anno dove ha luogo la storia. Inoltre nel romanzo le storie tra Ruth e Ira e tra Sophia e Luke sono separate e si incontrano solo nelle ultime pagine, mentre nel film questo avviene molto prima con Sophia ed Ira che si legano profondamente dopo l’incidente.

Nel film non si accenna minimamente a Brian, ex fidanzato di Sophia che nel romanzo ha favorito l’incontro tra lei e Luke. Nel libro è nella stessa sera in cui si sono conosciuti che Sophia e Luke sono saliti sul pick-up di lui a guardare le stelle, invece nel film questo avviene solo al primo appuntamento. Il nome del toro che ha causato l’incidente a Luke nel romanzo è Big Ugly Critter, invece nel film è Rango.

Nel libro il secondo incidente di Luke è con il toro meccanico durante un allenamento e non nell’arena, e nel libro non finisce in ospedale; inoltre Sophia non aveva ricevuto una proposta di lavoro a New York, quindi non deve scegliere tra l’amore e la carriera. Nel libro Sophia e Luke, lasciatisi dopo l’incidente di lui, si riappacificano prima dell’asta, invece nel film vanno all’asta separati essendo ancora in lite.
Nel libro l’alunno che Ruth voleva adottare si chiamava Daniel McCallum e non McDonald, come nel film. Alla fine del romanzo Luke e Sophia hanno dovuto vendere metà dei quadri per debiti e guardano al loro futuro, ancora non pienamente consapevoli di quello che gli offrirà la vita ma sicuri di volerlo affrontare insieme, invece il film si chiude con Sophia che gestisce una galleria d’arte e vive con Luke coronando i desideri di entrambi.

Fonte: Wikipedia

© Riproduzione Riservata