Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » La Bella e la Bestia, il film ispirato alla fiaba che insegna ad andare oltre alle apparenze
film da vedere

La Bella e la Bestia, il film ispirato alla fiaba che insegna ad andare oltre alle apparenze

Il film “La Bella e La Bestia”, pellicola francese diretta da Christophe Gans con Vincent Cassel e Léa Seydoux, nei panni dei protagonisti, ci insegna a guardare con gli occhi dell'anima

Stasera 23 ottobre 2021 su Italia 1 va in onda il film “La Bella e La Bestia”, film francese diretto da Christophe Gans con Vincent Cassel e Léa Seydoux, nei panni dei protagonisti. Si tratta dell’adattamento cinematografico dell’omonima fiaba, ma non del classico della Disney o del remake live action del 2017 con Emma Watson. Il film è uscito nei cinema nel 2014 incassando circa 53,9 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui circa 35,4 milioni incassati nel mercato statunitense. In Italia, distribuito da Universal, il film ha incassato circa 895 mila euro euro.

La bella e la bestia, la trama

Un ricco mercante ha perso tutte le sue ricchezze in mare. Un giorno, la fortuna sembra sorridere di nuovo alla sua famiglia, e così il mercante decide di esaudire i desideri delle sue tre figlie. Le maggiori vogliono abiti, profumi e scarpe mentre la minore, Belle, vuole solamente una rosa.

Il mercante, però, cade nel tranello di una Bestia che chiede “una vita per una rosa”. Belle, a causa del senso di colpa, decide di sacrificarsi al posto del padre e va dalla bestia, che però non la uccide ma la tiene prigioniera. Belle decide di conoscere il segreto che si cela dietro alla crudeltà della Bestia e poco a poco si avvicina a lei.

Le caratteristiche di Belle

La protagonista della celebre fiaba scritta da Jeanne Marie Leprince de Beaumont è una giovane ragazza che ama leggere più di ogni altra cosa al mondo, tanto che niente riesce a farle distogliere lo sguardo dai suoi libri preferiti ed è un’assidua frequentatrice della biblioteca del suo villaggio. Belle de La Bella e la Bestia è un’icona in cui si immedesimano tutte le donne che amano leggere perché è capace di interpretare i loro valori: l’amore per i libri e la cultura, l’ambizione di veder realizzati i propri sogni, la tenacia e la testardaggine senza però mai rinunciare alla propria femminilità e alla dolcezza.

Belle è anche una ragazza romantica, capace di andare oltre le apparenze e disposta a tutto per salvare il suo amore. La fiaba infatti si conclude proprio con Belle riesce ad arrivare al castello proprio nell’istante in cui Gaston sta per uccidere la Bestia; mentre sta per morire, Belle gli confida il suo amore ed ecco che la Bestia si ritrasforma in un principe e decide di sposare la sua amata.

Dalla fiaba al cinema

“La bella e la bestia” è una fiaba di cui circolarono da secoli molte versioni in tutta Europa. Dal momento della sua pubblicazione nel 1756, la storia ha subito numerose revisioni ed è stata anche adattata per il teatro ed il cinema. La Disney produsse la sua versione animata de “La bella e la bestia” nel 1991, realizzando il primo film di animazione della storia a meritarsi una nomination agli Oscar come miglior film.

© Riproduzione Riservata