Sanremo 2020

Jessica Notaro canta un brano contro la violenza sulle donne

Jessica Notaro porta sul palco del teatro Ariston la sua storia e racconta del dolore di tutte le donne che hanno subito violenza
gessica-notaro-sanremo

Ospite speciale della prima puntata del 70° Festival della canzone italiana è stata l’ex modella riminese Jessica Notaro, protagonista di un caso di cronaca che ha scioccato l’Italia.

Un gesto vigliacco e la forza di rinascere

Tre anni fa il suo ex compagno l’aggredisce per strada, le getta dell’acido in faccia e sfigura irrimediabilmente il suo volto. Eppure ieri la Notaro sale sul palco per testimoniare contro la violenza e per dedicare un brano al coraggio di tutte donne che sono riuscite a superare il trauma subito.

“Ha una grande forza e un grande talento, amava cantare, ha dovuto interrompere questa passione, poi ha deciso di riprendere”, racconta Amadeus mentre l’accoglie sul palco insieme all’amico di sempre Antonio Maggio.

[amazon_link asins=’886830130X,8817093114,8857535681′ template=’ProductCarousel’ store=’libreriamo-21′ marketplace=’IT’ link_id=’8c29f96e-902d-4add-9950-ef59833ed462′]

“La faccia e il cuore”

La canzone scritta insieme a Ermal Meta è una testimonianza di vita e un manifesto potente contro la violenza sulle donne. Jessica Notaro canta con Maggio “Potevi sciogliermi i dubbi, hai sciolto il sorriso che avevo, ma ho quello di riserva”, mettendo in evidenza il suo carattere forte e reattivo, la sua voglia di ritornare a vivere. 

E a sottolineare che la storia drammatica se la è lasciata alle spalle, continua: “Finché c’è fiato per dire basta, c’è ancora un fiore dopo la tempesta”, invocando la fine del suo dolore e rinnovando la speranza che nessuna donna subisca più ciò che lei e troppe donne hanno dovuto subire.

© Riproduzione Riservata
Commenti