Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Il lato positivo”, una commedia per riflettere sulla malattia mentale
Il film

“Il lato positivo”, una commedia per riflettere sulla malattia mentale

“Il lato positivo” è un film del 2012 diretto da David O. Russell e tratto dal romanzo di Matthew Quick “L'orlo argenteo delle nuvole”

Questa sera su Cielo, canale 26, andrà in onda “Il lato positivo”, un film del 2012 diretto da David O. Russell e tratto dall’omonimo romanzo di Matthew Quick. Una commedia leggera, ma dal significato profondo, in grado di fare riflettere sul problema della malattia mentale.

“Il lato positivo”, la trama

Patrick Solatano è un ex insegnante liceale affetto da disturbo bipolare, problema emerso dopo aver sorpreso la moglie con l’amante e che lo ha portato ad un ricovero psichiatrico. Uscito anticipatamente dalla clinica grazie alle cure della madre, Pat, ancora innamorato di Nikki, decide di trasformarsi nell’uomo che non è riuscito ad essere. Le sue buone intenzioni non danno i risultati sperati, almeno fino a quando non incontra Tiffany, misteriosa vicina di casa, donna squilibrata e anche lei problematica a causa della morte del marito. Tiffany proporrà a Pat il suo aiuto per riuscire a raggiungere i suoi obiettivi, solo se in cambio lui accetterà di ballare con lei per partecipare ad una gara di ballo a fine anno.

 

Prendere coscienza dei propri limiti

Raccontare la malattia mentale non è facile, tantomeno è raccontare un amore tra due persone il cui equilibrio è stato rovinosamente distrutto da fattori esterni e non. David O. Russell si prende la responsabilità di mettere su pellicola un racconto comico fatto di sbalzi drammatici, limiti superati e prese di coscienza, una storia in cui i protagonisti non sono gli eroi ma i cattivi, antagonisti di sé stessi in preda alla malattia, soli in una società che non conosce la problematica e non ripone fiducia nella ripresa. In questo contesto Pat e Tiffany si trovano, si sentono e si riconoscono. La dimostrazione in chiave leggera che l’amore è sopravvivere alla vita insieme, affrontando mostri e fantasmi, trovando il lato positivo.

 

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata