Sei qui: Home » Intrattenimento » How I met your mother, gli insegnamenti della serie tv
Insegnamenti How I met your mother

How I met your mother, gli insegnamenti della serie tv

How I Met your mother è una delle sitcom più famose di sempre. Ricca di riflessioni e insegnamenti, ricordiamone le più significative.

How I Met your mother è una sitcom statunitense creata da Craig Thomas e Carter Bays, in onda sulla CBS dal 19 settembre 2005 al 31 marzo 2014, per un totale di 208 episodi distribuiti in nove stagioni.

È una di quelle serie tv che ti sa regalare migliaia di sorrisi e momenti di spensieratezza ma, nello stesso tempo, è in grado di farti riflettere su alcuni aspetti importantissimi della vita. Una vera e propria lezione continua. Ogni puntata di circa 20 minuti, infatti, termina con un insegnamento, anche sulle cose più banali. Per questo motivo, dopo la recente notizia dell’uscita di uno spin-off con Ilary Duff, vogliamo ricordare alcune lezioni importanti che queste serie tv ci ha lasciato.

Le lezioni di vita di How I met Your mother 

Quando inizi a vedere una serie tv come How I met Your mother, non credi di uscirne così cambiato. Finite le nove stagioni, ti ritrovi a riflettere su aspetti della vita, dell’amore e dell’amicizia, che neanche immaginavi. Tra una risata e l’altra, i momenti commoventi prendono il sopravvento, e quei personaggi sembrano diventare parte integrante della tua famiglia. 

How I Met your mother non è una semplice sitcom, non è uno show televisivo qualunque. 
È un vero e proprio centrifugato di lezioni di vita. Scopriamone insieme qualcuna.

Innamorarsi richiede coraggio e maturità

Nella vita ci sono due tipi di persone: quelle che si innamorano continuamente (come Ted) e altre che ne hanno una paura mortale (come Robin e Barney). How i met your mother, fa un ottimo lavoro nell’illustrare le varie ragioni per cui le relazioni funzionano e non funzionano. La narrazione, che seguiamo attraverso la voce narrante di Ted, vede quest’ultimo abbandonare moltissime relazioni.

Un via e vai continuo, che  mette in profonda crisi il nostro romantico protagonista. In realtà, Ted non lo sapeva, ma aveva bisogno di crescere prima di incontrare la famosa “Madre”. Ha attraversato l’inferno per arrivarci, ma ce l’ha fatta, e questo perché ha avuto il coraggio di continuare a mettersi in gioco e di continuare a imparare dai suoi errori. L’insegnamento più importante forse è proprio questo: l’amore richiede perseveranza. 

Anche gli ex sono importanti

Molti show televisivi raccontano sempre la stessa storia: due dei personaggi principali hanno un’intesa, si mettono insieme, si lasciano per un motivo prevedibile e cliché, passano l’eternità ad odiarsi. La storia che non viene spesso raccontata, perché è difficile e più complessa, è quando gli ex rimangono amici, a volte, addirittura migliori amici. How I met your mother, invece, lo racconta.

Grazie a questo, Ted impara molto su se stesso e grazie alla sua relazione con Robin, capirà di cosa ha davvero bisogno in una relazione. In fondo, Robin è stata la prima a cui Ted ha chiesto di essere la “signora Mosby”. E proprio da lì, lui ha iniziato a lavorare su se stesso. Anche grazie a Robin. Perciò il passato non dovrebbe mai essere un ostacolo o un bagaglio pesante da portare dietro. Bensì una fonte importante di insegnamenti. 

Le migliori relazioni non sono mai facili

Tutti conoscono una “Lily” e un “Marshall”. C’è sempre, nella nostra vita vera, una coppia in grado di farci credere che il vero amore è là fuori, e che è qualcosa per cui vale la pena resistere. Eppure, Lily e Marshall ne hanno passate tante, in nove anni di show. Si sono fidanzati, si sono lasciati, sono tornati insieme, si sono sposati e hanno avuto un bambino.

Il padre di Marshall è morto. Lily li ha fatti indebitare gravemente con la carta di credito. Nonostante questo, tutti desideravano l’amore che Marshall e Lily avevano costruito insieme, perché anche quando litigavano o venivano travolti dall’inaspettato, volevano risolvere la cosa insieme, sempre. 

Niente di buono succede dopo le 2 di notte

Come dice il “Ted adulto” nella sua voce fuori campo, “Quando arrivano le 2 di notte, vai a casa e vai a letto. Perché le decisioni che prendi dopo le 2 di notte sono le decisioni sbagliate“. 

Insomma, non è un insegnamento che estrapoliamo noi in base alle nostre interpretazioni. No, questo è un consiglio bello e buono che lo stesso Ted ci regala. Perciò inutile spiegare troppo.  Ricordatevi che, dopo le 2 di notte, la razionalità e la lucidità nel fare certe scelte (o certe chiamate), scompaiono. Attenzione. 

La vita non andrà come avevi pianificato

Uno degli episodi più importanti di How I met Your mother, è “Trilogy Time”, e parla di come Barney, Ted e Marshall si ripromettono di guardare Star Wars ogni tre anni. Ogni visione diventa un metro di misura per Ted, che comincia a rendersi conto che non ha realizzato i suoi sogni, specialmente quando si tratta di amore. Vederlo avere questa epifania è spiazzante e commovente.

Ma poi, nel corso dello show vediamo il sogno di Marshall evolversi da un avvocato ambientalista, a un avvocato aziendale, a (quasi) un giudice. Lily va avanti e indietro tra l’insegnamento a New York e la fuga per realizzare il suo sogno di diventare un’artista. Ted lotta per diventare un architetto, e Robin scala la scala dei media mentre combatte per il tempo di trasmissione come conduttrice di notizie. Marshall e Lily si fidanzano, si lasciano, poi si sposano e vivono felici e contenti. Barney e Robin si sposano.

È tutto un gran casino che non avremmo mai potuto prevedere, e ne abbiamo amato ogni minuto. Ci è piaciuto conoscere, per quanto imprevedibili, Ted, Marshall, Lily, Robin, Barney e, ultima ma non meno importante, “La Madre”. Ci è piaciuto conoscerli reali, con i loro difetti e pregi. Vedere how I met your mother, è come partire per un lungo, inaspettato ed emozionante viaggio.

Un viaggio leggen… aspettate… dario.

 

Stella Grillo

© Riproduzione Riservata