Sei qui: Home » Intrattenimento » Giornata mondiale dell’uomo nello spazio, ecco tutti i film da vedere
Film sullo spazio

Giornata mondiale dell’uomo nello spazio, ecco tutti i film da vedere

Nella Giornata mondiale dell'uomo nello spazio, ricordiamo alcuni film imperdibili che hanno reso celebri i viaggi tra alieni e buchi neri.

Oggi 12 aprile è la Giornata mondiale dei viaggi delluomo nello spazio. Oggi vengono celebrati anche i 60 anni dalla missione di Jurij Gagarin, il primo astronauta al mondo a orbitare intorno alla Terra.

Ecco i film imperdibili sulle missioni nello spazio

Arrival (2016)

Una dozzina dei monoliti più misteriosi dai tempi di “2001: Odissea nello spazio” gettano l’ancora intorno al globo. Per questo, la linguista Louise Banks (Amy Adams) e il fisico Ian Donnelly (Jeremy Renner) vengono reclutati dai militari per entrare in contatto con gli “eptapodi” a sette arti e scoprire cosa vogliono. Candidato a otto premi Oscar, tra cui quello per il miglior film,  Arrival è stato descritto come “una lezione di stile mascherata da blockbuster” e un “film sugli alieni e sullo spazio, per persone a cui non piacciono i film sugli alieni e sullo spazio”. 

Contatto (1997)

Jodie Foster in versione “donna sullo spazio” .
Per decenni, gli astronomi hanno scrutato il cielo alla ricerca di segnali radio da altre civiltà. Cosa succede quando trovano qualcosa? Questo è il racconto di Contact, che vede Jodie Foster nei panni di Ellie Arroway, una radioastronoma costretta fin dall’infanzia a cercare segnali da mondi alieni, anche se altri la avvertono che sta gettando via una promettente carriera scientifica. Quando questa ricerca trova un segnale extraterrestre, è spinta in conflitti “terrestri” per decifrare il messaggio e usarlo per entrare in contatto con chiunque, o qualunque cosa, lo abbia inviato dalla stella Vega. Il film è basato su un romanzo di Carl Sagan, che ha modellato la storia sulla vita reale dell’astronomo SETI Jill Tarter.

Il diritto di contare (2016)

Nella giornata mondiale dell’uomo nello spazio, non possiamo non citare questo meraviglioso film.

Questo film narra del lavoro di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson alla NASA, ed evidenzia il loro contributo vitale come matematici per portare John Glenn nello spazio.
Queste tre donne afroamericane, e molti dei loro colleghi, hanno calcolato traiettorie e altri numeri critici per il programma Mercury, mentre superavano la segregazione e il sessismo nei primi anni ’60. Anche se non sono famose come gli astronauti che hanno aiutato a raggiungere l’orbita, le matematiche hanno ottenuto una tardiva notorietà grazie al film nominato all’Oscar. Nel quartiere generale della NASA, oggi si trova “Hidden Figures Way”, e la cui struttura di validazione del software in West Virginia porta il nome di Katherine Johnson.

 

 The Martian (2015)

Un evento inziale spiacevole, quello che accade all’astronauta della NASA Mark Watney (Matt Damon) in The Martian quando una massiccia tempesta di polvere costringe il suo team di scienziati a lasciarlo indietro sul pianeta rosso. Basato sull’omonimo bestseller di Andy Weir, Watney sceglie di “fare scienza” direttamente nello spazio, per sopravvivere in un avamposto abbandonato fino, al suo salvataggio. Riconosciuto per la sua avvincente narrazione e la dedizione a ottenere i suoi dettagli scientifici (per lo più) giusti, The Martian è stato nominato per sette Oscar e inserito tra i 10 migliori film del 2015 dall’American Film Institute.

Interstellar (2014)

Questo thriller distopico di Christopher Nolan (Inception, Il cavaliere oscuro) ha come protagonista Matthew McConaughey nei panni di un astronauta diventato agricoltore. Questo viene reclutato per trovare un nuovo pianeta per una popolazione in declino. Niente è come sembra in questo futuro non troppo lontano dove l’umanità ha trasformato le sue astronavi in vomeri, la NASA è diventata clandestina e ai bambini viene insegnato che gli allunaggi dell’Apollo sono stati falsificati. Gli stupefacenti effetti visivi hanno fatto vincere un Oscar per questa epopea fantascientifica lodata dal notoriamente pignolo Neil de Grasse Tyson per la sua rappresentazione scientificamente valida dei viaggi nei tunnel, dei buchi neri e della relatività nello spazio.

Apollo 13 (1995)

Ed infine, se parliamo di spazio, ci viene in mente subito “Houston, abbiamo un problema”. Non è esattamente quello che disse Jim Lovell dopo che un’esplosione scosse la sua navicella Apollo 13 in rotta verso la luna nel 1970 (“Houston, abbiamo avuto un problema”, è quello che disse realmente) ma questa versione, pronunciata da Lovell (Tom Hanks) nel film, divenne un tormentone istantaneo che vive nella coscienza pubblica fino ad oggi.  

A parte queste imprecisioni di dialogo, Apollo 13 si attiene strettamente agli eventi reali di quella missione mentre Lovell, Fred Haise (Bill Paxton) e Jack Swigert (Kevin Bacon) lottano per riportare sulla Terra la loro navicella zoppa con il supporto e l’ingegno del team di controllo della missione guidato da Kranz (Ed Harris, che ha anche interpretato John Glenn in The Right Stuff. ) L’avvincente dramma ha dimostrato che, mentre Apollo 11 può aver raggiunto l’obiettivo di far atterrare gli esseri umani sulla luna, il salvataggio di Apollo 13 può essere stato, come dice Kranz nel film, il momento migliore della NASA.

 

© Riproduzione Riservata