Oscar 2020

Notte degli Oscar 2020, ecco tutti i film tratti da libri

Siete pronti per la Notte degli Oscar? In attesa della proclamazione dei vincitori, vi riveliamo i libri da cui sono stati tratti diversi dei film candidati
serata-oscar

Meglio il libro o il film? Ce lo chiediamo spesso quando ci capita di vedere un film tratto da un libro che abbiamo letto e amato. Ma non sempre è facile rispondere a questa domanda. Se da una parte, i libri ci consentono di costruire ambientazioni e personaggi secondo la nostra immaginazione, d’altra parte ci sono molti film che hanno saputo rendere giustizia alla loro controparte cartacea. Basta pensare a “Qualcuno volò sul nido del cuculo“, “Il Padrino” o “Arancia Meccanica“, che sono diventati dei veri e propri cult della storia del cinema. Oppure riuscireste a immaginare qualcuno che non sia Anthony Hopkins nei panni di Hannibal Lecter ne “Il silenzio degli innocenti“? O una Hermione che non abbia le fattezze di Emma Watson?

Mancano poche ora alla proclamazione dei vincitori della 92esima edizione degli Oscar e, per l’occasione, vi riveliamo i libri da cui sono stati tratti diversi tra i film in lizza per ricevere la statuetta degli Oscar. 

The Irishman

The Irishman è tratto dal libro “I Heard You Paint Houses” di Jo Baker, in Italia pubblicato con il titolo “L’irlandese” da Einaudi. Il libro è un’opera di saggistica narrativa, scritta dall’ex procuratore e investigatore Charles Brand, e ha ispirato il film di Martin Scorsese. Nel cast spiccano i nomi di grandi stelle del cinema hollywoodiano, fra cui Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci. È stato nominato in 10 categorie, tra cui per il miglior film, miglior regista e miglior attore non protagonista per Pacino e Pesci.

Jojo Rabbit

Per “Jojo Rabbit” il regista neozelandese Waititi si è ispirato al libro “Il cielo in gabbia” di Christine Leunens, edito in Italia da SEM, che segue le vicende di Johannes, un membro della Gioventù Hitleriana negli anni ’40. Dopo essere stato gravemente ferito a seguito di un’incursione, scopre che i suoi genitori nascondono una ragazza ebrea di nome Elsa, dietro un finto muro nella loro grande casa a Vienna. Mentre la trama si dipana, l’orrore di Johannes si trasforma in interesse, poi in amore e ossessione. Dopo che i suoi genitori sono scomparsi, si rende conto di essere l’unico a conoscenza dell’esistenza di Elsa. L’unico responsabile della sua sopravvivenza.

Piccole donne

La versione cinematografica del romanzo di Louisa May Alcott annovera grandi nomi, come Saoirse Ronan, che è anche in lizza per il premio come migliore attrice, e Emma Watson, la celebre attrice della saga di Harry Potter. La storia segue le vite delle quattro sorelle March – Meg, Jo, Beth e Amy – che da bambine si trasformano appunto in piccole donne. Il film, diretto da Greta Gerwig, è nominato per sei Oscar, tra cui Miglior film e Miglior sceneggiatura non originale.

Joker

Sebbene non sia direttamente correlato al film “Joker” del 2019, che svetta agli Oscar 2020 con ben 11 nomination, la graphic novel di Allan Moore e Brian Bolland, Batman: The Killing Joke, è un riferimento di lettura ideale per coloro che desiderano esplorare le origini di Batman. 

Harriet 

Harriet Tubman è stata una delle figure più importanti dell’America del XIX secolo. Fu la leggendaria direttrice della Underground Railroad, una rete di rotte segrete utilizzate dagli schiavi afroamericani per fuggire negli stati liberi e in Canada. La sua biografia ha ispirato il film “Harriet”, interpretato magistralmente da Cynthia Evo candidata come miglior attrice protagonista.

I due papi

Il film trae spunto dal libro scritto da Anthony McCarten, che racconta le sorprendenti dimissioni di Papa Benedetto XVI nel 2013, a cui seguì la nomina di Papa Bergoglio, una scelta rivoluzionaria per le sorti della Chiesa. Papa Francesco è stato, infatti, il primo papa non europeo, un tempo buttafuori nei club di tango e appassionato di calcio. L’adattamento di Netflix conta sulle straordinarie interpretazioni di Jonathan Pryce e Anthony Hopkins, entrambi in lizza nelle categorie come Miglior attore protagonista e Attore non protagonista.

Les Miserables

Abbiamo visto molti adattamenti del famoso romanzo di Victor Hugo, tra cui il film del 2012 con Hugh Jackman e la miniserie della BBC del 2018. Tuttavia, il film francese del 2019 ne offre una visione più moderna, ispirandosi alle rivolte francesi del 2005 e al periodo di disordini civili e saccheggi che seguirono. Les Miserables è in corsa per il miglior film straniero. 

© Riproduzione Riservata