Ariana Grande

Fabio Volo giudica Ariana Grande come un cattivo esempio

Ariana Grande è stata giudicata in modo negativo da Fabio Volo, che l'ha considerata un cattivo esempio per i giovani
Fabio Volo giudica Ariana Grande come un cattivo esempio

Ariana Grande è una delle cantanti più influenti della sfera musicale mondiale. Canzoni come Into you, Thank U Next e One Last Time sono diventate delle vere e proprie hit, conosciute da tutti, soprattutto dai ragazzini che la amano e la seguono animatamente. In questi giorni la figura di Ariana Grande è molto chiacchierata soprattutto per quello che Fabio Volo ha detto di lei. Infatti durante la sua trasmissione radiofonica Fabio Volo ha commentato la cantante americana definendola simile a una poca di buono, perché nel video assume pose ammiccanti ed è vestita in modo promiscuo. I fan hanno reagito inveendo contro Fabio Volo.

Ariana Grande è stata la donna dell’anno del 2018

Fabio Volo con le sue parole ha affermato un concetto che spesso si sente ancora: se una donna si veste in modo libero, senza rispettare dei canoni predefiniti è automaticamente una poco di buono e diventa un modello diseducativo. Infatti Fabio Volo ha accusato Ariana Grande di aver realizzato un video troppo esplicito (si tratta del video di 7 Rings) e con riferimenti sessuali, diventando un pessimo esempio per il suo giovane pubblico. Lui da padre di due figlie si dichiara preoccupato per i cattivi modelli che circolano in giro. I fan della cantante non sono d’accordo, accusando Volo di essere un maschilista, bigotto e ipocrita.
Il punto è che Ariana Grande si è dimostrata più volte un modello molto positivo. Tanto che l’anno scorso la Billboard l’ha considerata la donna dell’anno.
Infatti Ariana Grande è vincitrice di un Grammy Award, ha accumulato 30 miliardi di streaming, è stata classificata da Forbes tra le persone più pagate al mondo e dal Time come una delle cento persone più influenti del mondo.

Il concerto di Manchester

Alla Manchester Arena, durante il concerto di Ariana Grande del 22 maggio 2017, morirono 23 persone a causa di un attentato suicida. Tra i feriti (250) e i morti le vittime furono per lo più giovani, bambini. La cantante decise dunque di sospendere il tour fino al 5 giugno 2017. Ma non solo: organizzò un mega concerto di beneficenza in onore delle vittime di Manchester 2017. Il “One Love Manchester” fu un vero successo, infatti vennero raccolti 10 milioni di sterline, che Ariana devolse interamente alla Croce Rossa Britannica.
Il 26 agosto 2019, a due anni di distanza, la cantante è ritornata a Manchester in ricordo delle vittime. Ariana Grande ama moltissimo i suoi fan, come in quest’occasione per esempio ha fatto capire. La sincerità, la commozione, l’impegno che ha dimostrato non si riscontrano in ogni artista.
Condannare Ariana Grande per il suo modo di vestirsi e per il suo modo di esprimersi è riduttivo e superficiale, in un mondo in cui una donna dovrebbe essere quello che vuole. Perché mettere in secondo piano le buone azioni di una cantante solo per il suo aspetto fisico? 

© Riproduzione Riservata
Commenti