Bestseller sul grande schermo

Dalle librerie al cinema, arriva nelle sale italiane ”Storia di una ladra di libri”

Combattere il nazismo usando una sola arma: l’amore per la cultura. E’ questo il tema principale del film “Storia di una ladra di libri” (The Book Thief) diretto da Brian Percival, con protagonisti Sophie Nélisse...

 La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo “La bambina che salvava i libri” di Markus Zusak, scritto nel 2005

MILANO – Combattere il nazismo usando una sola arma: l’amore per la cultura. E’ questo il tema principale del film “Storia di una ladra di libri” (The Book Thief) diretto da Brian Percival, con protagonisti Sophie Nélisse, Geoffrey Rush ed Emily Watson. La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo ‘La bambina che salvava i libri‘ di Markus Zusak, scritto nel 2005. Distribuita nelle sale statunitensi a partire dal 15 novembre 2013, il film arriva domani nelle sale italiane.

LA TRAMA – Il film è ambientato tra l’inizio e la fine della Seconda Guerra Mondiale. Parla della giovane Liesel Meminger, ragazza che viene abbandonata dalla madre e adottata da Hans e Rosa Hubermann. Trasferita in una nuova città, Liesel viene presa in giro perché non sa leggere e l’unico a stargli vicino è il suo unico amico Rudy che è segretamente innamorato di lei. Ma la ragazza anche se non sa leggere ama follemente i libri, e col tempo impara a leggere grazie ad Hans. Ma con lo scoppio della guerra e con la promulgazione delle leggi razziali la quiete della famiglia viene sconvolta. I Nazisti bruciano tutti i libri che hanno ‘inquinato’ la Germania, in quell’evento si scopre anche che la madre di Liesel è una comunista e proprio per questo ha deciso di abbandonare il paese. Ad aggravare ancora la situazione è l’arrivo di un ebreo, Max, a casa della famiglia adottiva della ragazza; la famiglia decide di accoglierlo e di tenere la sua presenza segreta.

IL BESTSELLER – Candidato agli Oscar 2014 per la migliore colonna sonora, ‘Storia di una ladra di libri’ è tratto dal bestseller ‘La bambina che salvava i libri’ dello scrittore australiano Markus Zusak. Pubblicato per la prima volta nel 2005, il libro ha venduto otto milioni di copie in tutto il mondo ed è stato tradotto in oltre trenta lingue. E’ rimasto per sette anni nella classifica del New York Times dei migliori bestseller di tutti i tempi.

LA TENDENZA – E’ sempre più frequente l’abitudine da parte di registi cinematografici di attingere per le proprie pellicole da storie e personaggi tratti da libri e bestseller internazionali. Proprio qualche settimana fa, nel corso della Notte degli Oscar, erano ben sei i film ispirati da grandi romanzi, tra cui “12 anni schiavo”, la pellicola di Steve McQueen tratto dall’omonima autobiografia di Solomon Northup pubblicata nel 1853 e vincitore di 3 statuette, tra cui quella di miglior film. Lo scorso 13 febbraio, era uscito nelle sale “Monuments men”, il film, scritto, diretto, prodotto ed interpretato da George Clooney, con protagonista il particolare esercito composto da critici ed esperti d’arte, direttori di musei, ed elementi simili durante la seconda guerra mondiale, uniti per cercare e recuperare ogni opera d’arte rubata dai nazisti per poterle riportare negli Stati Uniti d’America e salvarle dalla volontà di distruggerle di Adolf Hitler.

26 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti