Le pellicole da non perdere

Dal libro al cinema, i film che vedremo in sala nel 2017 ispirati a grandi romanzi

Da "Silence" di Martin Scorsese alla versione cinematografica de "Assassinio sull'Orient Express", ecco i romanzi da non perdere al cinema nel 2017
Dal libro al cinema, i film che vedremo in sala nel 2017 ispirati a grandi romanzi

MILANO – Il 2017 sarà un anno ricco per gli amanti di letteratura e cinema. Il calendario delle uscite nelle sale del grande schermo è fitto di film tratti da grandi romanzi. Dunque, segnatevi queste date se non volete perdervi nemmeno un appuntamento (e approfittare di questi titoli per curiosare in libreria alla ricerca di spunti per leggere!).

A gennaio uscirà La legge della notte di e con Ben Affleck, tratto dall’omonimo romanzo di Dennis Lehane. Ormai il divo americano si sta sempre più affermando nel mondo della regia e, questa volta, porta in scena uno degli scrittori più apprezzati degli ultimi tempi. Tra i capolavori di Lehane ricordiamo Mystic River (del 2001, portato sul grande schermo da Clint Eastwood) e Shutter Island (del 2003, al cinema grazie a Martin Scorsese). La legge della notte racconta le vicende di un uomo che vive nell’epoca del proibizionismo e della sua scalata sociale da contrabbandiere di rum a gangster temuto.

Sempre a gennaio, è prevista l’uscita di Silence di Martin Scorsese con un film tratto dal romanzo omonimo del 1966 del giapponese Shūsaku Endō. I protagonisti della storia sono due gesuiti del 1600 che partono alla volta del Giappone sulle tracce di un loro confratello. Le opere di  Endō sono profondamente influenzate dalla sua conversione al cristianesimo, avvenuto nel lontano 1923, dopo il terribile terremoto di Tokyo, quando egli aveva solo undici anni. Scorsese ha impiegato ben trent’anni per completare il progetto cinematografico, non solo a causa di ritardi tecnici, ma anche per questioni morali e religiose personali che lo legano ai temi del film, quale la conversione, la fede e la redenzione.

Altra uscita per il primo mese dell’anno è Arrival di Denis Villeneuve, tratto da Storia della tua vita di Ted Chiang e scritto dall’autore nel 1998. L’opera di Chiang fa parte di una raccolta di racconti e romanzi pubblicata nel 2002 dal titolo Storie della tua vita. L’opera da cui Villeneuve trae ispirazione per il film è una storia di fantascienza ambientata su una Terra prossima alla distruzione a causa dell’arrivo di un oggetto extraterrestre.

A febbraio potremo invece vedere il film La luce sugli oceani di Derek Cianfrance, tratto dall’omonimo romanzo di M.L. Stedman del 2012. La storia, dal forte impatto emotivo, narra le vicende di una coppia che vive su un’isoletta dell’Australia nel primo dopoguerra. La loro vita viene sconvolta dal ritrovamento di una neonata, che decidono di crescere come se fosse la loro. Ma tutto è destinato a cambiare quando, casualmente, scoprono chi sono i parenti della piccola e dovranno quindi decidere se “restituire” la bambina e tenerla con loro.

Grande attesa poi, a marzo, per T2 Trainspotting di Danny Boyle. Si tratta del sequel di Trainspotting del 1996, a sua volta tratto dall’omonimo romanzo di Irvine Welsh del 1993. T2 corrisponde alla trasposizione di Porno, sempre di Welsh, del 2002, e in cui ritroviamo i medesimi personaggi (Rent Boy, Spud, Sick Boy, e Franco Begbie) cresciuti e disintossicati, pronti a buttarsi nel mondo della pornografia.

Ad aprile ci attende Il segreto di Jim Sheridan, basato sull’omonimo romanzo del 2008 di Sebastian Barry. La storia si svolge nell’Irlanda del Nord e vede come protagonista una donna rinchiusa in manicomio e accusata di infanticidio. Sarà seguita e curato da un medico che si interesserà alla sua vicenda e scaverà nel suo io più profondo alla ricerca della verità.

Il maestro del brivido Stephen King ci regala due adattamenti ad altrettanti suoi romanzi: in uscita ad agosto La torre nera di Nikolaj Arcel, che si rifà alla saga fantasy della torre nera scritta da King tra il 1982 e il 2012; in uscita a settembre, invece, It, storia del malefico pagliaccio che uccide e terrorizza una tranquilla cittadina americana. It, forse uno dei più famosi romanzi di King e scritto nel 1986, è già stato protagonista nel 1990 con una mini-serie.

Infine, un altro grande scrittore arriva sul grande schermo a novembre: si tratta di Agatha Christie con il celebre Assassinio sull’Orient Express grazie al film del regista e attore Kenneth Branagh, che ripropone il giallo dei gialli del 1934 con protagonista l’ispettore Poirot. Si tratta della seconda trasposizione di quest’opera, già portata sul grande schermo da Sidney Lumet nel 1974.

Non mi resta che augurarvi buona visione e…buona lettura!

 

Valentina Morlacchi

© Riproduzione Riservata
Commenti