The help

Viola Davis su The Help: “Ho tradito me stessa e la mia gente”

Sono diversi i film finiti nel mirino del movimento Black Lives Matter, in quanto giudicati razzisti. Fra questi, c'è anche The Help
viola-davis

Sono diversi i film finiti nel mirino del movimento Black Lives Matter, in quanto giudicati razzisti. Fra questi, c’è anche The Help, il film del 2011 diretto da Tate Taylor, vincitore di numerosi premi, fra cui l’Oscar come miglior attrice non protagonista, assegnato a Octavia Spencer. Adesso a tornare sull’argomento è Viola Davis, che grazie al ruolo di Aibileen Clark ha ottenuto la candidatura all’Oscar come migliore attrice non protagonista nel 2012.

“Pentita di avervi recitato”

In un’intervista a Vanity Fair Viola Davis ha dichiarato che, quando accettò la parte, la sua carriera cinematografica non era ancora all’apice ed era in cerca di lavoro. Ma, nonostante il successo ottenuto con la pellicola, Viola non solo non ama il film, ma si è detta pentita di avervi recitato. “Sento di aver tradito me stessa e la mia gente” ha detto Viola Davis.

La posizione di Viola Davis

“Partono dal presupposto di voler spiegare cosa significhi avere la pelle nera, ma è un piatto che viene servito al pubblico bianco. Il pubblico bianco può al massimo sedersi e imparare una lezioncina su quello che siamo. Poi esce dal cinema e parla di cosa ciò significava, ma non si emoziona per quello che abbiamo passato. Nessuno si è annoiato guardando The Help, ma c’è una parte di me che si sente in colpa verso se stessa e la mia gente, perché ho fatto parte di un film che non era pronto a dire tutta la verità”. 

© Riproduzione Riservata
Commenti