lutto nel cinema

Morto l’attore Chadwick Boseman, il Black Panther al cinema della Marvel

L’attore americano Chadwick Boseman è morto per un tumore al colon contro cui combatteva da quattro anni. Aveva interpretato il celebre personaggio nel Marvel Cinematic Universe
Morto l'attore Chadwick Boseman, il Black Panther al cinema della Marvel

E’ morto a 42 anni per un cancro al colon Chadwick Boseman. L’attore statunitense è stato protagonista nel 2018 di ‘Black Panther’ della Marvel Comics. Boseman non aveva discusso pubblicamente della sua malattia, che gli era stata diagnosticata per la prima volta nel 2016. Egli aveva continuato a lavorare su grandi produzioni film di Hollywood.

 

“È stato un onore nella sua carriera dare vita a Re T’Challa in Black Panther”, si legge in una dichiarazione pubblicata sugli account social di Boseman. “È morto a casa sua, con la moglie e la famiglia al suo fianco”, spiega il suo ufficio stampa.

 La carriera

Chadwick Boseman era nato il 29 novembre 1976 ad Anderson, in South Carolina. L’attore era figlio di Carolyn, infermiera, e di Leroy, tappezziere. Nel 1995, dopo il diploma alla T.L. Hanna High School, aveva frequentato la Howard University di Washington D.C., ottenendo un Bachelor of Fine Arts in regia. Il debutto risale al 2003, quando Boseman prende parte a un episodio della serie televisiva “Squadra emergenza”, a cui seguono altre piccole partecipazioni televisive. Sempre in ambito televisivo si fa notare grazie al ruolo ricorrente di Nathaniel “Nate” Ray nella serie televisiva “Lincoln Heights – Ritorno a casa”. Nell’ottobre del 2014 entra a far parte dell’universo Marvel per interpretare il supereroe africano Pantera Nera in sei film del Marvel Cinematic Universe: “Captain America: Civil War”, “Black Panther”, “Avengers: Infinity War” e “Avengers: Endgame”.

Photocredits: Facebook

 

© Riproduzione Riservata
Commenti