Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Cinema e inclusione: Mary Calvi presenta il Sorridendo Film Festival
La cultura è donna

Cinema e inclusione: Mary Calvi presenta il Sorridendo Film Festival

Per la nostra rubrica "La cultura è donna" abbiamo avuto l'occasione di intervistare Mary Calvi, giornalista e direttrice del festival "Sorridendo film festival", dedicato al cinema inclusivo.

Per la nostra rubrica “La cultura è donna” abbiamo avuto l’occasione di intervistare Mary Calvi, giornalista e direttrice del festival “Sorridendo film festival”, dedicato al cinema inclusivo, che si terrà dal 7 al 10 Luglio presso il lido di Venezia. Clicca QUI per vedere l’intervista. 

Il cinema e l’inclusione: una mission fondamentale della contemporaneità

Mary Calvi è una giornalista e direttrice di un festival dedicato all’inclusione, contro la discriminazione di ogni genere e finalizzato a mettere in luce la bellezza della diversità a 360°: il Sorridendo Film Festival. All’inizio della nostra intervista, Mary ci ha subito raccontato l’importanza di questo progetto per la sua persona ma anche per la comunità disabile e per quelli, troppo spesso, considerati “ultimi”:

“Il Sorridendo film festival racconta la diversità 360° visto come una risorsa e non come un ostacolo e siccome io lavoro con il mondo del cinema, il mondo dello spettacolo, non ho trovato nessun altro modo migliore per poter raccontare questo festival con i grandi nomi dei del nomi del cinema italiano. Quest’anno abbiamo scelto veramente a dei nomi eccezionali che entrano nelle case di tutti gli italiani tutti i giorni.”

Infatti tra i tanti ospiti che si troveranno insieme dal 7 al 10 Luglio, presso il lido di Venezia nella frazione di Alberoni, troviamo: Ludovica Nasti, Paola Minaccioni, Gianfranco Gallo, Gianluca Fru (The Jackal), Miguel Gobbo Diaz, Riccardo Mandolini, Paolo Ruffini, Nunzia Schiano, Arturo Muselli, Federico Fashion Style, Eva Grimaldi, Imma Battaglia, Gigi e Ross, Giovanni Esposito, Gianni Ferreri e Sarah Maestri.

 

Lavorare insieme per scoprire le risorse della diversità

Con Mary Calvi abbiamo avuto l’occasione di concentrarci su come, soprattutto il mondo del cinema e chi lavora nel mondo dello spettacolo, abbia la responsabilità nel raccontare la diversità. E quindi, il lavoro di Mary come quello dell’ecosistema da lei creato e supportato, oggi si pone l’obiettivo di sviluppare iniziative e progetti concreti con il fine di agevolare le persone con disabilità.

“Per il Festival noi abbiamo cercato di scegliere i nomi che più o meno raccontassero, anche nei loro lavori, la diversità e quanto è difficile rapportarsi con una con una società che alcune volte ti mette da parte, o giudica ultimo/a. Quest’anno vogliamo aiutare Alberoni, una frazione del lido di Venezia, e abbiamo deciso di attrezzare la spiaggia per le persone che hanno difficoltà. Quindi abbiamo messo pedane che arrivano fino in acqua, abbiamo ristrutturato tutto il lido Alberoni, abbiamo acquistato dei mezzi che permettono l’intera e completa autonomia delle persone diversamente abili e che possono andare al mare decidere da soli/e. Questo è un grande obiettivo”

L’importanza delle donne

Mary Calvi è una donna che ha fatto della sua diversità ma anche del suo talento, energia pura. La sua verve con la quale racconta i suoi progetti, la sua vita all’interno del mondo dello spettacolo, apre in noi una porta di speranza, verso una società più inclusiva e meno discriminatoria. La cultura è donna, in fondo, si pone come obiettivo proprio questo: dare voce a chi, come donna e come professionista, ha saputo credere nei propri sogni, realizzare progetti, creare ecosistemi costruttivi e d’impatto per la nostra società.  A proposito dell’impatto che il mondo femminile ha avuto nella sua carriera, Mary Calvi ha affermato che:

Non avrei potuto fare a meno delle tante donne speciali intorno a me. E da Fioretta Mari, donna e attrice grandiosa, a Ludovica Nasti, giovanissimo volto del cinema Italiano, le donne sono anche le protagoniste dell’intero Festival. 

Il programma del Sorridendo Film Festival

Dal 7 al 10 Luglio il Lido di Venezia si colorerà di sorrisi e di cinema. E Mary Calvi ci ha raccontato la sua dedizione, i suoi obiettivi, i suoi valori attraverso questa iniziativa. Il programma del Festival prevede la proiezione di opere cinematografiche con l’intento di promuovere e valorizzare il cinema che fa la differenza, affrontando la diversità in tutte le sue forme. 
 
A giudicare saranno gli esperti del settore: Salvatore Esposito come Presidente della Giuria di Qualità, con lui anche lo sceneggiatore Nicola Guaglianone, la produttrice Manuela Cacciamani (OneMore Pictures), la regista Cinzia Th. Torrini,  Marcello Foti, il regista Davide Minnella, Andrea Roncato, Matteo Paolillo (protagonista della serie Mare Fuori); a loro il compito di assegnare i Premi istituzionali del Sorridendo! Film Festival.  Una seconda Giuria sarà presieduta da Fioretta Mari, che con cinquanta giovani studenti di cinema provenienti da ogni regione d’Italia visionerà i corti in concorso, incontrerà i registi delle opere e proclamerà il Miglior Corto Giuria Giovani.
 
I cortometraggi in concorso saranno quindici, tra le tematiche affrontate troviamo temi molto attuali, come la camorra, la violenza sulle donne, gli effetti dell’utilizzo compulsivo dei social, l’amicizia, l’eutanasia e la pandemia. 
 
 
 
Stella Grillo
© Riproduzione Riservata