Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Churchill”, il film che racconta le 24 ore che precedono il D-Day
Il film

“Churchill”, il film che racconta le 24 ore che precedono il D-Day

“Churchill” è un biopic del 1017 diretto da Jonathan Teplitzky sul Primo Ministro inglese Wnston Churchill durante le 24 ore che precedono il D-Day

Questa sera su La 7 andrà in onda alle 21:30 “Churchill”, film del 2017 diretto da Jonathan Teplitzky che racconta le decisioni, le paure e i confronti del Primo Ministro inglese Wniston Churchill durante le 24 ore che precedettero il celebre D-Day.

“Churchill”

È il giugno del 1944, piena Seconda Guerra Mondiale. Gli alleati sono pronti ad invadere l’Europa occupata dai nazisti: un milione di soldati sono stati segretamente radunati sulla costa meridionale della Gran Bretagna. Tutti sono in attesa dell’ordine ufficiale del ministro inglese Winston Churchill che teme però di ripetere il massacro del 1915. Con la sua decisione si gioca un attacco che potrebbe risultare eccellente o trasformarsi in strage. Affaticato e depresso da troppi anni di guerra, il Primo Ministro è continuamente sollecitato dal generale Eisenhower e dal maresciallo Montgomery a non indugiare e a procedere con l’invasione del continente. Solo il prezioso sostegno della moglie Clementine può fermare il collasso fisico e mentale del Primo Ministro.

 

Un avvincente pezzo di storia

La storia raccontata in questo film rappresenta uno dei momenti più critici della Seconda Guerra Mondiale, gli eserciti con il fiato sospeso in attesa della decisione del Primo Ministro Churchill, la grande paura per un nuovo fallimento, che avrebbe definitivamente consegnato l’Europa nelle mani dei nazisti e l’enorme speranza di una vittoria rendono quel breve periodo storico uno dei più famosi e concitati di sempre. Ciò che questo biopic mette in luce è anche il potente rapporto tra il Primo Ministro e la moglie Clementine che, conoscendolo nel profondo, è in grado di comprenderlo e rassicurarlo, dandogli la forza di resistere ancora una volta a tutto lo stress a cui è stato sottoposto durante i lunghi anni di lavoro.

© Riproduzione Riservata