Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » “Boy erased. Vite cancellate”, il film tratto dall’omonimo romanzo di Garrard Conley
film da vedere

“Boy erased. Vite cancellate”, il film tratto dall’omonimo romanzo di Garrard Conley

“Boy erased. Vite cancellate” è un film del 2018 diretto da Joel Edgerton e tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Garrard Conley

Questa sera su Iris, canale 22, andrà in onda “Boy erased. Vite cancellate”, un film del 2018 diretto da Joel Edgerton e tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Garrard Conley che racconta le vicende del giovane costretto a sottoporsi alla terapia di conversione dall’omosessualità.

“Boy erased. Vite cancellate”, la trama

Jared Eamons è un diciannovenne figlio di un e pastore battista di una comunità locale in Arkansas. Il giovane, fidanzato con Chloe, capisce di provare attrazione per i ragazzi appena inizia a frequentare il college. Mentre Jared inizia a scoprirsi e conoscersi, una sera viene violentato e subisce minacce da un compagno di corso. Quando, tornato a casa, dichiara ai propri genitori Marshall e Nancy di essere gay, questi, sconvolti dalla notizia, lo convincono a prendere parte ad una terapia di guarigione. Preso dal timore di perdere l’affetto della sua famiglia e di essere emarginato dagli amici, Jared acconsente a aderire al programma di conversione “Rifugio” in un centro di recupero battista chiamato Love in Action.

La drammatica realtà di una società (ancora) omofoba

La storia raccontata nel memoir “Boy erased. Vite cancellate” racconta la drammatica situazione, purtroppo ancora molto presente non solo in alcune zone degli stati uniti ma anche nel resto del mondo, vissuta dagli omosessuali. Le terapie di conversione sono una realtà ad oggi ancora utilizzata, con la convinzione di poter “guarire” le persone da sé stesse. Queste pratiche comportano la trasformazione della persona in un personaggio di finzione, finché questo non diventa parte della realtà annullando la vita del cosiddetto paziente.

"Operation finale", il film storico che racconta la cattura di Adolf Eichmann-1201-568

“Operation finale”, il film storico che racconta la cattura di Adolf Eichmann

“Operation finale” è un film del 2018 diretto da Chris Weitz che racconta i fatti reali dietro alla cattura dell’ufficiale delle SS Adolf Eichmann

 

Talento ed empatia

Il romanzo, magistralmente trasposto su pellicola da Joel Edgerton, vede come protagonsta il giovane attore Lucas Hedges che riesce, forse in quella che è la miglior interpretazione della sua carriera fino ad ora, a calarsi nelle vesti del giovane Jared, che per paura di perdere l’amore della famiglia e il rispetto degli amici, accetta di sottoporsi a un vero e proprio lavaggio del cervello che ha l’intento di cancellare la sua personalità e il suo essere autentico, considerando l’omosessualità una malattia da cui dover guarire. La storia ambientata nei primi anni ‘2000 ci dimostra quanto la nostra società sia ancora indietro anni luce sui diritti civili.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata