Sei qui: Home » Intrattenimento » “Book Club – tutto può succedere”, quando leggere un libro ti cambia la vita

“Book Club – tutto può succedere”, quando leggere un libro ti cambia la vita

Il film vede protagoniste 4 donne che fondano un club del libro e la cui vita cambierà dopo la lettura di "Cinquanta sfumature di grigio"

Stasera 16 dicembre su Rai Movie alle 21:10 è in programma “Book Club“, film diretto da Bill Holderman che racconta la storia di quattro donne alle prese con gli eterni problemi sentimentali la cui vita cambierà dopo la lettura del libro “Cinquanta Sfumature di Grigio”.

Un film che mette al centro il libro e la lettura, ma pure la voglia di confronto ed evasione presente in moltissime persone. Un film che mette al centro il mondo delle donne e i grandi cambiamenti che possono generare i libri e la lettura.  Soprattutto, quando incontri nel percorso di lettura un libro trasgressivo e ad alta carica erotica. 

Una commedia da guardare per trascorrere un momento di leggerezza e allo stesso tempo continuare a vivere il proprio amore per la lettura.

Book Club – tutto può succedere

Le protagoniste Carol, Diane, Vivian, e Sharon sono quattro amiche non più giovani che hanno creato un club del libro per condividere le proprie letture e scambiarsi impressioni e consigli. Ognuna ha una storia diversa: Diane è rimasta vedova dopo 40 anni di matrimonio, Vivian si rifiuta di imbarcarsi in una relazione seria, Sharon è un giudice federale ritiratasi a vita privata dopo il divorzio, Carol ha un matrimonio saldo ma affievolito dalla routine.

Ad un certo punto arriva la svolta nelle loro vite: la lettura del best seller erotico “Cinquanta sfumature di grigio”, sconvolgendo la propria condizione sentimentale. Diane comincia una relazione con Mitchell, Vivian teme di innamorarsi della vecchia fiamma Arthur, Sharon si iscrive a una chat per appuntamenti, mentre Carol fa di tutto per spingere il marito a ritrovare la passione.

Come nasce la storia

La sceneggiatrice e produttrice di “Book Club – tutto può succedere” Erin Simms ha raccontato su Comingsoon.it la genesi del film: “Quando è uscita la trilogia di E.L. James. Bill ha deciso di mandarla a sua madre per la festa della mamma, cosa che a me è sembrata una follia.

Come poteva avere un legame del genere con sua madre… un legame in cui il sesso è un normale argomento di conversazione?! Ma Bill mi ha detto che sua madre era molto aperta, che era ‘attiva in quel settore’. 

Per me era esilarante, quindi per la festa della Mamma ho mandato anch’io la trilogia a mia madre, che ha un carattere opposto rispetto a quella di Bill e l’ha trovata divertentissima. Allora ho deciso di completare l’opera e l’ho mandata alla mia matrigna, che è sposata da tantissimo e ha fin troppa dopamina nel cervello, è sempre felice e pensa che la vita sia meravigliosa. Sono tre donne diversissime.

Il giorno dopo mi sono chiesta: ‘E se…’ Adesso Bill dirà: ‘Erin dice sempre che l’idea del film è stata sua.’ Beh, è vero. Il giorno dopo sono andata da lui e gli ho detto: ‘E se facessimo un film su un club di lettura di donne di una certa età che leggono Cinquanta sfumature di grigio?’.”

Il caso mediatico

Tra “i protagonisti” del film “Book Club – tutto può succedere“, la trilogia delle “Cinquanta sfumature” di E. L. James, diventata dal primo libro un caso mediatico globale, sancendo record di vendite e grande dibattito in tutto il mondo. La stessa autrice appare nel film in un cameo al fianco del marito Niall Leonard.

Book Club, il Trailer del film

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento