Un romanzo in tv

22.11.63, la serie tv evento basata sull’omonimo romanzo di Stephen King

Basata sull'omonimo bestseller di Stephen King, i protagonisti cercheranno di sventare l'assassinio del Presidente americano Kennedy

MILANO –  “22.11.63“, la serie evento in otto episodi, prodotta da J.J. Abrams e Stephen King, con la partecipazione di James Franco, arriva in anteprima per l’Italia dall’11 aprile su Fox. Basata sull’omonimo bestseller di Stephen King, unisce il talento del celebre scrittore americano con quello di J.J. Abrams (già autore di Lost e reduce dal successo di Star Wars: Il risveglio della Forza) e del regista Kevin Macdonald.

.

IL LIBRO DI STEPHEN KING – Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. È proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle – e follemente possibile: impedire l’assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenza di Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un’anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l’amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia.

.

LE PAROLE DI STEPHEN KING – Di solito i suoi libri sono diventati dei film e non una serie tv e Stephen King ha voluto precisare che adattare un romanzo a una serie tv è una esperienza completamente diversa: “È differente adattare quel romanzo a una serie tv: sono quasi 9 ore di spettacolo, parliamo infatti di un libro di 700 pagine. Se avessero deciso di farne un film sarebbe stato al massimo lungo due ore, quindi moltissime cose si sarebbero dovute sacrificare e non sarei stato d’accordo.

.

LA SERIE TV – Il titolo 22.11.63 riprende la data dell’omicidio del presidente John F. Kennedy. Franco, già candidato agli Oscar e vincitore di un Golden Glob,e è il protagonista assoluto di un cast che comprende, tra gli altri, Josh Duhamel, T.R. Knight e Cherry Jones. Franco è Jake Epping, un insegnante di inglese separato di recente. La sua vita cambia improvvisamente quando l’amico Al Templeton (Chris Cooper) gli confida di aver scoperto l’esistenza di un passaggio spazio-temporale che trasporta chiunque lo oltrepassi direttamente al 21 ottobre 1960.

.

UN SALTO INDIETRO NEL TEMPO – Non importa quanto tempo si trascorra nel passato: che siano tre secondi o tre anni, nel presente corrisponderanno sempre a due minuti esatti. Dopo un primo momento di titubanza, Jake deciderà di tornare nel passato per cercare di sventare l’assassinio di JFK e, implicitamente, tutti i tragici eventi scaturiti da quell’omicidio. In questa sua missione verrà ostacolato non solo da Lee Harvey Oswald (colui che venne giudicato colpevole del delitto), ma soprattutto da un passato che non vuole essere cambiato; Jake scoprirà ben presto che riscrivere le pagine della storia può essere molto pericoloso. Oltre alla storia d’amore che Jake vivrà con una donna misteriosa, è da segnalare la modalità con cui J.J. Abrams e compagni hanno deciso di raccontare gli anni Sessanta: un approccio spiritoso che lascia spazio a tematiche controverse come il razzismo, la violenza domestica e la povertà.

 

https://www.youtube.com/watch?v=NXUx__qQGew

.

© Riproduzione Riservata
Commenti