Sei qui: Home » Frasi » Sanremo 2021, le frasi più belle tratte dalle 26 canzoni in gara
Sanremo 2021

Sanremo 2021, le frasi più belle tratte dalle 26 canzoni in gara

Il festival di Sanremo è iniziato e noi abbiamo scelto 26 frasi scelte dalle canzoni in gara. Quale è la vostra preferita?

La 71esima edizione del festival di Sanremo è iniziata ieri sera su Rai 1. Abbiamo sentito i primi 13 artisti esibirsi sul palco dell’Ariston e abbiamo visto la prima classifica provvisorio. Da stamattina moltissimi gli articoli sulle canzoni, critiche, pareri sui look e sugli ospiti. La settimana di Sanremo è sempre colma di pettegolezzi e aneddoti da raccontare e noi vogliamo proporvi le 26 frasi più belle delle canzoni in gara. Diteci la vostra preferita. 

Un Festival Eclettico

Sono 26 gli artisti in gara a Sanremo, 2 più del solito. 26 Artisti diversi, eclettici nei loro generi, particolari nel look e originali nella scelta delle cover. Insomma, Amadeus, nonostante le critiche ricevuto, ha cercato di formare una squadra eterogenea. L’obiettivo? Far arrivare il Festival di Sanremo a tutti, dal più anziano al più giovane. La musica deve essere un laser che attraversa e segna ogni generazione. Tra tutte le belle parole in musica di questa edizione, ecco le 26 frasi che abbiamo scelto dai testi delle canzoni in gara.

Le frasi più belle delle canzoni di Sanremo

Sei lo stupore atteso, un desiderio
La verità in un mondo immaginario

(Quando trovo te di Francesco Renga)

Hai le fiamme negli occhi ed infatti
Se mi guardi mi bruci
Quando ti sto vicino sento
Che a volte perdo il baricentro

(Fiamme negli occhi dei Coma_Cose)

Quella che ho dentro è una notte lontana
Quella di chi non sa tornare a casa
Sotto una lacrima che bagna tutta la città
Strada di arterie che ritorna da me

(Cuore Amaro di Gaia)

E danzeremo come i brividi
Mentre la vita suonerà

(La genesi del tuo colore di Irama)

Voglio che mi guardi e poi mi dici che domani è tutto a posto
Quanto vuoi per tutto questo?

(Santa Marinella di Fulminacci)

L’ultimo soffio di fiato darà la voce a quella che è l’unica cosa più viva di me
Voglio che viva a cent’anni da me

(Voce di Madame)

Siamo giovani affermati, siamo schiavi dell’hype
Non ti servono i programmi se il consenso ce l’hai
Riapriamo gli stadi ma non teatri né live

(Mai dire mai (la locura) di Willie Peyote)

Ci abbandoniamo al mondo senza nessun rimpianto
Non vado a fondo se sono insieme a te

(Quando ti sei innamorato di Orietta Berti)

Ti do il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
E senza dirlo a nessuno
Impareremo a volare

(Un milione di cose da dirti di Ermal Meta)

Quegli sguardi e quelle smorfie io le ho prese da te
Il modo in cui ora gridi tu l’hai preso da me
E sei tu che mi ringrazi
Ma grazie di che
Grazie a te ho tirato fuori il meglio di me

(Parlami di Fasma)

A che serve truccarmi se nemmeno mi guardi
Ero dentro i tuoi occhi ma tu non lo ricordi
Noi di spalle nel letto più soli e bugiardi
Ti addormenti vicino ti svegli lontano

(Potevi fare di più di Arisa)

L’amore si scopre solo in mezzo al temporale, ammiro i vostri punti fermi ma ho bisogno di viaggiare

(Arnica di Gio Evan)

Parla la gente purtroppo
Parla non sa di che cosa parla
Tu portami dove sto a galla
Che qui mi manca l’aria

(Zitti e Buoni dei Måneskin)

Ci pensi
E ti piace com’è
Lo vedi che tremi
Non ha senso resistere

(Ti piaci così di Malika Ayane)

Per un tormento
Che attanaglia,
Punto
Debole o magagna
E qualsivoglia
Imperfezione!

( Il Farmacista di Max Gazzè)

Mi sono perso nel silenzio delle mie paure
L’atteggiamento di uno stronzo, invece era terrore

(Ora di Aiello)

Ma quando poi sei senza chiave nel tuo inferno
Ti scopri figlio unico e sei chiuso dall’esterno

(Momento Perfetto di Ghemon)

Apro gli occhi e vedo l’universo
Tra la gente che non crede
Che sognarlo era diverso

(Amare di La Rappresentante di Lista)

Sembra ieri che la sera
Ci stringeva quando tu stringevi me

(Glicine di Noemi)

Tu scrivimi tra un’ora
Serviranno ancora
Dieci ultime volte

(Dieci di Annalisa)

Metti un po’ di musica leggera
Nel silenzio assordante
Per non cadere dentro al buco nero

(Musica Leggerissima di Colapesce Dimartino)

È solo il tempo che scriverà il resto
Che cambia se siamo diversi dal resto

(Torno a Te di Random)

Alle canzoni d’amore,
Alle lezioni di stile,
Alle hit del mese,
Alle buone maniere…
Ma… ma che senso ha?

(Combat Pop di Lo Stato Sociale)

Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano

(E invece sì di Bugo)

Stringi forte calamita
Se voglio andare
Mi prendi ancora

(Bianca Luce Nera di Extraliscio feat. Davide Toffolo)

So che in fondo
Ci ha stupiti finire qui da soli in questo posto
Ma se poi non mi trovi
Chiamami per nome

(Chiamami per nome di Francesca Michielin e Fedez)

 

 

 

Stella Grillo

© Riproduzione Riservata