Sei qui: Home » Frasi » Charlotte Brontë, le frasi e gli aforismi celebri
Gli aforismi della scrittrice

Charlotte Brontë, le frasi e gli aforismi celebri

Charlotte Brontë è l'importantissima autrice ottocentesca ricordata soprattutto per il suo capolavoro 'Jane Eyre', un'opera di analisi psicologica

Charlotte Brontë, la maggiore delle sorelle Brontë, è l’amatissima scrittrice del romanzo ‘Jane Eyre‘, libro che ha conquistato le lettrici di tutto il mondo. Jane Eyre è un romanzo scritto in forma autobiografica, in cui la protagonista Jane si rivolge in modo diretto al lettore, e in cui la componente e l’analisi psicologica spiccano per la loro finezza e profondità. Il vero elemento di punta del romanzo è però la fisionomia della protagonista, che si pone in contrasto con gli stereotipi di donna del tempo: infatti Jane è forte, indipendente, integra, passionale. Ecco di seguito le frasi più belle della scrittrice.

Come reagire alla mancanza di libertà, l'insegnamento di Charlotte Brontë

Come reagire alla mancanza di libertà, l’insegnamento di Charlotte Brontë

Finché a guidarci saranno le nostre facoltà mentali, allora anche i mali del mondo, come la solitudine e l’incertezza del futuro, saranno sopportabili. In ricordo di Charlotte Brontë

 

.‘Se dovessimo costruire l’amicizia su solide fondamenta, dovremmo voler bene agli amici per amor loro e non per amor nostro.’

 

.‘Amo questo tempo. Amo questo cielo d’acciaio. Amo la tranquillità della terra indurita dal gelo.’

 

‘Chi possiede il dono della creatività, possiede qualcosa di cui non sempre è padrone, qualcosa che qualche volta, stranamente, decide e lavora per se stesso.’

.

‘Con amici simili chi ha bisogno di nemici?’

.

‘La vita mi sembra troppo breve per spenderla ad odiare e a tener conto dei torti altrui.’

.

‘Faccio una netta distinzione tra il peccatore e il suo peccato: posso sinceramente perdonare al primo, mentre aborro il secondo; con questa fede la vendetta non mi opprime il cuore.’

.

‘Come riescono a rendere breve la strada, certe persone, mentre per altre la meta sembra irraggiungibile!’

 

‘I pregiudizi, è ben noto, sono più difficili da sradicare dal cuore il cui terreno non è mai stato dissodato o fertilizzato dall’istruzione; essi crescono la, fermi come erbacce tra le rocce.’

 .

‘Il pericolo, la solitudine, un futuro incerto non sono mali opprimenti finché il corpo è sano e le nostre facoltà valide; finché, specialmente, la libertà ci presta le sue ali e la speranza ci guida con la sua stella.’

 

© Riproduzione Riservata