”This Land”, natura e magia negli scatti di Amlia Bauer

Inaugurerà giovedì 26 settembre presso il Foro Buonaparte a Milano ''This Land'', la prima personale in Italia e in Europa della fotografa americana Amelia Bauer...

Inaugurerà giovedì 27 settembre la prima personale in Italia della fotografa americana. Qui saranno visibili quattro serie diverse di fotografie in cui vengono proposti i temi della natura e della magia visti in chiave di indagine psicologica

MILANO – Inaugurerà giovedì 26 settembre presso il Foro Buonaparte 46 a Milano “This Land”, la prima personale in Italia e in Europa della fotografa americana Amelia Bauer. L’esposizione, che propone quattro serie di fotografie della grande artista raffiguranti una attenta indagine e introspezione psicologica, sarà visitabile sino al 25 ottobre prossimo.

L’ESPOSIZIONE – La mostra propone quattro serie diverse di grandi fotografie in cui Amelia Bauer indaga sulle nostre paure dell’ignoto e sul fascino romantico che proviamo nei confronti dei paesaggi incontaminati. E’ la natura a farla da padrone, in una terra dove la civiltà si trova ancora a contatto con il selvaggio. Il timore per lo sconosciuto si fonde con il fascino dell’inesplorato, dando origine ad opere personali e magnetiche. Le luci e i colori sembrano allontanare dalla realtà le immagini naturali.


STREGONERIA ED INCANTESIMI
– Interessante è la riflessione sul parallelismo tra la diffusione nel XVII secolo in Europa delle nature morte floreali e quello che succedeva in America per le streghe di Salem. Nella serie "Book of Shadows", ingredienti di vari incantesimi vengono ritratti come nature morte fiamminghe. La bellezza delle composizioni rende più leggero il tema trattato. L’intervento umano per creare l’artificio si trova invece in Burned Over. Si tratta di una serie realizzata nei boschi a nord dello stato di New York. Questi sono i territori della strega di Blair, dove lo spiritualismo fece la sua prima comparsa. Esperti pirotecnici creano appositi fuochi d’artificio, e da questa commistione emergono immagini potenti, che suggeriscono che qualcosa di sovrannaturale sta accadendo. Si tratta di immagini teatrali, dove la natura è indomita e ricca di fascino. Le streghe, come la natura incontaminata, pervadono l’immaginario americano e riemergono nelle fotografie di Amelia Bauer con potenti suggestioni.

LA FRONTIERA COME PAESAGGIO DI TRANSIZIONE – La serie "Extra Terrestrial" presenta paesaggi desertici tipici del New Mexico, ripresi in notturna ma illuminati a giorno da lampi naturali. La veridicità della ripresa si allontana in un’aurea surreale che lascia la bellezza del paesaggio in una luce extra terrestre. Stessa luce in notturna per la serie "Midnight in Diablo Canyon", dove le rocce emergono nella luce della luna in un vibrante tono su tono. Il paesaggio indomito gioca un ruolo centrale in molti miti d’avventura americana, luoghi di possibilità da scoprire, di strade da percorrere ma anche luoghi dell’oscuro, dell’ignoto. Amelia Bauer esplora la tradizione americana della frontiera come paesaggio di transizione ai limiti della civilizzazione dove si incontrano il nostro timore per lo sconosciuto e il fascino romantico per la natura incontaminata.

L’ARTISTA –  Amelia Bauer è nata a Santa Fe nel 1979. E’ laureata in arte presso la prestigiosa università di Manhattan, New York, Cooper Union. Tra le mostre personali e collettive più recenti segnaliamo, nel 2013, Changing Perceptions of the Western Landscape. Le sue fotografie sono presenti anche in collezioni pubbliche, come quella del SFMoMA di San Francisco e The Albuquerque Museum. La Bauer vive e lavora a Brooklyn, New York.

 

24 settembre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti