FOTOGRAFIA - Scatti d'autore "Made in Sicily"

Signum, il libro fotografico di Giò Martorana che celebra l’isola di Salina e l’hotel della famiglia Caruso Rametta

Il Signum è a Salina, ma non solo: “il Signum è Salina”. Il forte legame tra una delle più belle e suggestive isole dell’arcipelago delle Eolie ed il Signum, più che un hotel un ecosistema che ben si sposa con il paesaggio in cui nasce...

MILANO – Il Signum è a Salina, ma non solo: “il Signum è Salina”. Il forte legame tra una delle più belle e suggestive isole dell’arcipelago delle Eolie ed il Signum, più che un hotel un ecosistema che ben si sposa con il paesaggio in cui nasce, viene celebrato dagli scatti fotografici di Giò Martorana all’interno del libro “Signum”, una raccolta di 176 immagini  a  colori e bianco/nero, un invito al viaggio attraverso l’anima di Salina per sentire il luogo, le atmosfere, le sensazioni e le emozioni.

 

SALINA E SICILIANITA’ NEL MONDO – Il libro, pensato e realizzato in occasione dei 25 anni  di attività della famiglia Caruso Rametta,  è stato tra i protagonisti-ambasciatori della sicilianità nel mondo nel corso di una serata evento, tenutasi venerdì sera al Carlyle Brera Hotel di Milano. Durante la serata, si è svolta la presentazione dei video del Signum Style della famiglia Rametta -Caruso, del Salinadocfest di Giovanna Taviani e  del Salina Festival di Massimo Cavallaro. Tra gli ospiti della serata, l’attrice Maria Grazia Cucinotta, testimonial della sicilianità nel mondo, ed il giornalista e consigliere delegato della Fondazione Pirelli Antonio Calabrò.

 

SIGNUM STYLE E VISIONE D’ARTISTA – Qual è lo speciale rapporto che lega l’isola di Salian al Signum? Ce lo spiega Luca Caruso, proprietario con i familiari dell’albergo. “Il Signum Style racchiude in un video i migliori scatti contenuti nel libro fotografico realizzato da Giò Martorana in occasione del 25mo anno di attività della nostra famiglia. Abbiamo pensato di portare a Milano questo progetto, raccontando cos’è l’ospitalità  secondo il nostro punto di vista. In questo lavoro, raccontiamo l’isola di Salina vista attraverso gli occhi del Signum, con il punto di vista sia dei responsabili che lo gestiscono, sia degli ospiti che popolano il luogo. Il fotografo Giò Martorana ha maturato il progetto di questo libro con tutta la sua visione d’artista di Salina, del Signum e del Mediterraneo. Abbiamo, inoltre, coinvolto con noi una serie di progetti legati all’isola di Salina, tra cui il SalinaDocFest, costruendo un sistema Salina qui a Milano, per raccontare l’amore ed il legame con questa speciale isola che ci tiene tutti insieme”.

 

11 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti