A Milano

L’”Es-senza” del tempo perduto nella mostra fotografica di Benedusi

La Leica Galerie inaugura oggi un intenso progetto esistenziale del celebre fotografo milanese
L’es-senza del tempo perduto nella mostra fotografica di Benedusi

MILANO – La fotografia è l’arte di bloccare il tempo, ed è questa l’intenzione di Settimio Benedusi. Il progetto fotografico esistenziale del fotografo è in mostra dal 2 al 12 dicembre alla Leica Galerie Milano. Un percorso “à rebours” per recuperare dal viluppo della memoria la presenza-assenza.

LA MOSTRA – La rassegna ES_SENZA non è solo quindi una mostra ma un intenso viaggio emotivo attraverso immagini fortemente evocative (8 fotografie doppie, con e senza la figura paterna) che si conclude con l’autoritratto dell’autore con la madre. Per l’occasione sarà realizzato un allestimento speciale: una stanza nera, lunga e stretta, che  costringerà il visitatore a un percorso emozionale e catartico.

L’ESSENZA – «La presenza dell’assenza. È la presenza di qualcosa che non esiste più a dare la più grande sofferenza, ciò che il tempo avrebbe poi fatto. Infatti è la perdita ciò che fa più soffrire. Il piccolo Settimio non ha più il sostegno del padre. Le parti annullate hanno un sapore di mistero. E polvere ritornerai». Nelle parole dell’amico e maestro Gian Paolo Barbieri è racchiuso il significato del progetto fotografico di Settimio Benedusi. «La presenza dell’assenza. È la presenza di qualcosa che non esiste più a dare la più grande sofferenza, ciò che il tempo avrebbe poi fatto. Infatti è la perdita ciò che fa più soffrire. Il piccolo Settimio non ha più il sostegno del padre. Le parti annullate hanno un sapore di mistero. E polvere ritornerai» spiega sempre Barbieri.

 

L’EVENTO – In programma stasera una serata speciale per il vernissage con la presentazione del nuovo numero di EYESOPEN! dedicato al lavoro inedito del fotografo milanese. Eyesopen! è il magazine dedicato alla cultura fotografica e alle nuove tendenze di settore. Si inaugura presso la Leica Galerie Milano in via Mengoni 4 (angolo Piazza Duomo).

© Riproduzione Riservata
Commenti