giornata della terra

Le fotografie di Sebastião Salgado, un canto d’amore al pianeta Terra

Con le sue fotografie, Salgado ci trasmette un messaggio potente e anche straordinariamente attuale: "È necessario un ritorno alla Terra"
il-sale-della-terra

Nato in Brasile nel 1944, Sebastião Salgado è considerato uno fra i più grandi fotografi del nostro tempo e per il World Press Photo è stato più volte candidato al premio di fotografo dell’anno. La fotografia di Salgado si caratterizza per il suo grande valore di testimonianza, rispetto alle condizioni di salute in cui versa il nostro pianeta. Per questo motivo, Salgado si è spinto ai confini della civiltà. Per posare il suo obiettivo su animali e paesaggi, finora scampati alla contaminazione della società moderna. Un viaggio in immagini che impone una riflessione su come salvaguardiamo le risorse del nostro pianeta.

“È necessario un ritorno alla Terra. Un ritorno al nostro Pianeta. Lo so che l’uomo non vivrà più nelle caverne o nelle foreste, ma si impone almeno una riconciliazione ‘spirituale’ con il nostro pianeta”.

L’importanza di salvaguardare il nostro pianeta

L’impegno di Salgado è teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta. Di cambiare il nostro stile di vita. Di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura e di quanto ci circonda. Di conquistare una nuova armonia. Con le sue fotografie, Salgado trasmette un messaggio potente e anche straordinariamente attuale. Perché pone al centro il tema della preservazione del nostro pianeta e della imprescindibile necessità di vivere in un rapporto più armonico con il nostro ambiente.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Sebastiao Salgado Photographs (@sebastiao.salgado.photographs) in data:

 

Salgado e il documentario “Il sale della terra”

Da quarant’anni Salgado attraversa i continenti sulle tracce di un’umanità in pieno cambiamento. Dopo aver testimoniato alcuni tra i fatti più sconvolgenti della nostra storia contemporanea, Salgado si è spinto alla scoperta di territori inesplorati e grandiosi. Non solo per incontrare la fauna e la flora selvagge, ma per rendere omaggio alla bellezza del pianeta che abitiamo. La sua vita e il suo lavoro vengono svelati dallo sguardo del figlio Juliano Ribeiro Salgado e da quello del regista Wim Wenders, nel documentario “Il sale della terra”. Disponibile su Rai Storia, mercoledì 22 aprile, alle 19.10.

© Riproduzione Riservata