Frammenti di una scuola abbandonata in Slovacchia dopo la deportazione del 1942 negli scatti di Yuri Dojc

Nelle sale della galleria della Biblioteca nazionale centrale di Roma, in collaborazione con l'ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia e l'Ambasciata del Canada in Italia, sarà possibile visitare la mostra fotografica ''Last Folio. Un viaggio fotografico insieme a Yuri Dojc''...

Alla Biblioteca nazionale centrale di Roma “Last Folio. Un viaggio fotografico insieme a Yuri Dojc” in mostra fino al 27 gennaio

MILANO – Nelle sale della galleria della Biblioteca nazionale centrale di Roma, in collaborazione con l’ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia e l’Ambasciata del Canada in Italia, sarà possibile visitare la mostra fotografica “Last Folio. Un viaggio fotografico insieme a Yuri Dojc” visibile fino al 27 gennaio 2014. L’ideazione e la realizzazione del progetto è di Katya Krausova.

LA MOSTRA – Nel 2006, l’affermato fotografo slovacco-canadese Yuri Dojc capitò in una scuola abbandonata a Bardejov, in Slovacchia, dove il tempo si era fermato nel 1942, nel giorno in cui gli studenti furono deportati nei campi di concentramento. Quando Dojc vi entrò, c’erano ancora i libri sui banchi, così com’erano stati lasciati. Trovò quaderni corretti, pagelle e persino, in un secondo momento, un libro che era appartenuto a suo nonno. Li vide come sopravvissuti, ultimi testimoni di quel che restava di una vitale comunità, e li ritrasse in immagini di rara bellezza, adesso per la prima volta in Italia con “Last Folio: un viaggio fotografico con Yuri Dojc”, in esposizione alla galleria della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

 

YURI DOJC – Nato in Cecoslovacchia, Yuri Dojc giunse in Canada come rifugiato nel 1969. Quattro decadi dopo, le fotografie di Yuri si trovano nelle collezioni e nelle gallerie di tutto il mondo, ivi compresa la collezione permanente della Galleria Nazionale del Canada, il Museo Nazionale della Slovacchia e la Biblioteca del Congresso a Washington.

 

2 gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

© Riproduzione Riservata
Commenti