Fabrizio De Andrè raccontato dalle fotografie di Guido Harari

A venti anni dalla scomparsa, il ritratto del celebre cantautore genovese attraverso le emozionanti fotografie e gli affascinanti aneddoti raccontati da chi gli è stato vicino
Fabrizio De André. Sguardi randagi. Le fotografie di Guido Harari

MILANO – Per quasi vent’anni Guido Harari è stato uno dei fotografi personali di De André, realizzando molte delle sue più conosciute immagini ufficiali. Nel libro “Fabrizio De André. Sguardi randagi” il suo archivio si schiude per la prima volta integralmente, con oltre 300 fotografie.

Sguardi randagi

Si tratta di sguardi randagi, spesso rubati, malgrado l’ufficialità, vincendo la pigrizia o la ritrosia dell’artista. Le fotografie sono accompagnate dal racconto di ricordi, aneddoti e dalla “viva voce” di De André estratta dalle interviste realizzate dallo stesso Harari in occasione di due snodi cruciali del percorso dell’artista: la leggendaria tournée con la PFM e l’album Le nuvole.

La presentazione

In occasione dei 20 anni dalla scomparsa del celebre cantautore genovese, Guido Harari presenta il libro fotografico “Fabrizio De Andrè. Sguardi randagi” venerdì 11 gennaio alle ore 21,00 a Novara presso il Castello Visconteo – Sforzesco, insieme a Franz Di Cioccio, Riccardo Bertoncelli e Paolo Beldì. Musica di Giuseppe Cirigliano.

© Riproduzione Riservata