IL MONDO DEL CINEMA SOSTIENE LO SCRITTORE

Erri De Luca, 65 personalità del cinema difendono lo scrittore

65 cineasti sono intervenuti in difesa della libertà dello scrittore italiano Erri De Luca
Erri de Luca, 65 personalità del cinema difendono lo scrittore

MILANO – A poco tempo dalla richiesta di 8 mesi di carcere da parte del Tribunale di Torino per Erri De Luca, 65 personalità del cinema si sono mosse in difesa dello scrittore italiano chiedendo ad alta voce la sua libertà. Una libertà d’espressione e di parola che lo stesso scrittore si è visto negare: “Non sono un martire, non sono una vittima, sono un testimone della volontà di censura della parola”.

IL SOSTEGNO DEL CINEMA  – Dopo la sentenza del tribunale di Torino che ha chiesto 8 mesi di carcere per lo scrittore italiano, 65 personaggi del cinema tra cui Wim Wenders, Mathieu Amalric, Constantin Costa-Gavras e Jacques Audiard e anche l’italiano Claudio Amendola, hanno chiesto allo Stato francese e allo stato italiano di ritirare la querela della società LTF (Lyon – Turin Ferroviaire) di cui sono gli unici azionisti.

LA DIFESA DELLA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE – In un appello diffuso a Parigi, i firmatari dell’appello si sono posti a difensori della libertà di espressione e trovano ingiusto che uno scrittore venga processato per le sue parole.

LE PAROLE DI ERRI DE LUCA – Intanto lo scrittore ha detto di essere pronto al carcere pur di difendere la sua libertà di espressione: “Voglio difendere le mie parole, se si tratta di difenderle anche andando in carcere, io lo farò. La mia libertà non sta nell’essere a piede libero ma nel tenere insieme quello che dico e quello che faccio”.

© Riproduzione Riservata