Beni culturali

5 idee per rendere i musei più coinvolgenti

5 idee per rendere i musei più coinvolgenti

Corey Timpson, esperto canadese di innovazione culturale, illustra cinque elementi imprescindibili per realizzare un buon allestimento museale…

MILANO – Mercoledì 16 maggio 2018 si è tenuto a Milano il Meet the Media Guru. Ospite d’onore Corey Timpson: il suo intervento si è focalizzato su come tecnologia e accessibilità debbano imparare a dialogare nell’ambito delle mostre e dei musei. Nell’era digitale le abitudini e le aspettative dei visitatori sono cambiate, per tale motivo  Timpson si chiede in che modo l’esperienza possa essere piacevole e stimolante per tutti, bambini, anziani, persone con disabilità, visitatori con livelli culturali e tradizioni differenti. A partire dall’idea di inclusive design, ovvero una progettazione capace di accogliere, Timpson individua i cinque aspetti che sono oggi alla base per l’allestimento di uno spazio museale.

Esperienzialità

Il museo nasce per offrire un’esperienza di apprendimento e cultura; è fondamentale che tale esperienza porti il visitatore a intraprendere una successiva attività di ricerca sulla base di ciò che ha fruito.

Inclusività

Con l’obiettivo di rendere il contenuto di una mostra accessibile ad un pubblico sempre più ampio, Timpson ritiene che sia necessario progettare un museo tenendo conto fin dall’inizio delle differenti tipologie di target.

Multisensorialità

Guardare, ascoltare, toccare: è fondamentale che lo spettatore venga coinvolto da molteplici esperienze in grado di sollecitare più sensi. Per Corey Timpson la multisensorialità ha il beneficio di superare le differenze, trovando un unico codice di comunicazione.

Interattività

Il visitatore deve essere stimolato a partecipare all’esperienza museale attraverso una serie di azioni che richiedono la sua personale partecipazione. Un mix di attivo, passivo ed interattivo che consenta un engagement prolungato ed educhi all’attenzione verso le altre persone presenti nello stesso ambiente.

Immersività

L’immersività comprende l’uso di strumenti che permettano di immergersi nel materiale museale. Per creare un’esperienza immersiva è necessario abituare alla multisensorialità, ad esempio utilizzando i visori per la realtà virtuale.

5 idee per rendere i musei più coinvolgenti ultima modifica: 2018-05-24T09:11:06+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti