A Lione

Yoko Ono e la “Lumière de l’aube”, la prima retrospettiva francese

A Lione dal 9 marzo - 10 luglio 2016 una mostra che raccoglie più di cento opere dell'artista
Yoko Ono e la "Lumière de l'aube", la prima retrospettiva francese

MILANO – Dal 9 marzo al 10 luglio 2016, i tre piani del MAC (il Museo di arte contemporanea di Lione) sono dedicati al lavoro di Yoko Ono. La prospettiva concettuale raccoglie i lavori dell’artista giapponese con opere, film, musica e scrittura. Yoko Ono Lennon, classe 1933, è un’artista, musicista e cantautrice originaria di Tokyo. Già conosciuta nel mondo dell’arte, raggiunse la fama internazionale con il matrimonio e la successiva carriera artistica con John Lennon dei Beatles.

 

 

 

LUCI DELL’ALBA – Questa prima retrospettiva francese, dal titolo “YOKO ONO Lumière de l’aube” raccoglie più di cento opere, dalle poesie illustrate del 1952 alle grandi installazioni del 2016, ma anche cinema, spettacoli e molto altro ancora. Fedele allo spirito di Yoko Ono, si tratta di una mostra non solo da vedere ma anche da ascoltare. Alla base della mostra la voglia di sperimentare, lo stile variegato e la produzione multimediale che offre allo spettatore tanti e differenti modi di approcciarsi alla sua arte.

LA MOSTRA – Il percorso presenta tutti i suoi lavori dai video, alle pitture, fino alla fotografie e alle performance della compagna di John Lennon. Sessanta anni di creazioni, con tanto di installazioni di grandi dimensioni che rappresentano l’apice della produzione della Ono. Una, dieci, cento Yoko Ono ma si può riassumere tutto con la frase del suo storico amore: “È l’artista sconosciuta più famosa al mondo. Tutti sanno il suo nome, ma nessuno sa quello che in realtà fa”. Per conoscere il suo operato adesso, però, basta andare a Lione e scoprire quanto l’artista giapponese ha ancora da offrire.

© Riproduzione Riservata
Commenti