“Van Gogh Alive”, a Verona la mostra che ti fa “immergere” nelle opere d’arte

La grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna

MILANO – Un’esperienza unica per vivere la bellezza delle opere del pittore olandese. E’ questo l’obiettivo di Van Gogh Alive, la mostra multimediale che unisce la straordinaria arte del pittore olandese alla innovativa tecnologia video Sensory4. Il risultato è un’esperienza full immersion, un nuovo modo di conoscere e vivere l’Arte. Un’emozione che gli amanti dell’arte potranno provare fino al 28 gennaio 2018 presso lo spazio del Palazzo della Gran Guardia a Verona.

VAN GOGH ALIVE – Esplorate la vita e le opere di Van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890. Interpretate i pensieri e le emozioni nel suo vagare tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, i luoghi dove creò molti dei suoi capolavori senza tempo. Osservate queste opere cogliendone tutti i dettagli, studiandone il colore e la tecnica. Fotografie e video, combinate alle opere di Van Gogh, vi mostreranno le sue fonti di ispirazione.
Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendovi completamente nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile unico di Van Gogh.

LA MOSTRA – La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel.


vgogh

DOPO FIRENZE E TORINO – Consacrata in tutto il mondo, dopo il successo della mostra ottenuto in Australia, Stati Uniti, Russia e dopo aver entusiasmato il pubblico a Roma, Firenze, Torino e Bologna, VanGogh Alive ha richiamato milioni di visitatori, entusiasmando per la sua moderna forma d’espressione tecnologica e sorprendendo per l’originalità.
girasoli

 

DENTRO LA MENTE DELL’ARTISTA – La particolarità dell’esposizione è riassunta nelle parole di Giancarlo Bonomo curatore della tappa di Verona. Secondo il noto critico d’arte “Van Gogh Alive – the experience rappresenta lo straordinario viaggio sensoriale dentro il cuore, la mente e le infinite passioni di un artista in cui arte e vita si sono legate in maniera indissolubile fino al punto di coincidere. Verona, città della grande musica e del teatro d’opera, diventa protagonista di un evento multimediale senza precedenti che ha fatto il giro del mondo. Gli spettatori verranno coinvolti in una vertigine di immagini proiettate su megaschermi, suoni, musiche d’autore ed effetti inattesi di luci, ombre e colori iridescenti che renderanno indimenticabili i momenti fondamentali di un’energia senza riposo che brucia con la sua breve vita tutte le esistenze possibili. Ecco Van Gogh che ritorna, più vivo che mai, dentro il sogno fantastico dell’arte senza tempo che concede ai grandi il dono dell’immortalità.”

LEGGI ANCHE: Le 10 opere più celebri di Vincent van Gogh

 

© Riproduzione Riservata