Sit-com artisti

Una nuova sit-com racconta il mondo degli artisti contemporanei

Su www.pitturiamo.com da poco è partita una originale sit-com,che presenta diversi artisti contemporanei raccontando il difficile mondo dell'arte
Una nuova sit-com racconta il mondo degli artisti contemporanei

MILANO – Una originale sit-com a puntate racconterà il difficile mondo degli artisti contemporanei. Brevi episodi, in stile sit-com, racconteranno la vita di tutti i giorni degli artisti di oggi, alle prese con i loro problemi, dubbi, frustrazioni ma anche con la gioia di creare arte per sé stessi e per il pubblico.

L’INIZIATIVA – Si tratta di brevi episodi di 3-4 minuti al massimo, durante i quali vengono riproposte scene di vita quotidiana dei pittori alle prese con la necessità di farsi conoscre, vendere i propri quadri e crescere in qualità di artista. Le scene sono realizzate in tono satirico ed hanno lo scopo ultimo di riflettere sulle problematiche quotidiane, cercando di trovare una soluzione ai quesiti più comuni.

EPISODI – Ecco quindi che nel primo episodio l’artista si scontra con il problema di far conoscere le proprie opere ad un pubblico più vasto di quello rappresentato dai propri conoscenti diretti. Nel secondo episodioinvece sipone il problema di come fare per vendere i propri quadri. Negli episodi successivi si affronteranno altre problematiche. I video, a cura di Pitturiamo.com, sono stati ideati da Roberto Gallà, amministratore di Aurealab Digital Studio, che ha curato sia le riprese che il montaggio, con il contributo di NinoArgentati., amministrazione di Pitturiamo.

CONSIDERAZIONI – “I video sono già oggi il mezzo dicomunicazione più efficace per promuovere eventi, prodotti eservizi e lo saranno sempredi più nell’immediato futuro” sostieneNino Argentati, amministratore di Pitturiamo.com. “Con questa nuova campagna stiamo cercando di raggiungere un target ancora più ampio, che ha poo tempo da perdere onlne e in pochi minuti può comprenderepiùfacilmente un messaggio che altrimenti avrebbe bisogno di uno studio più approfondito”.

Ecco qui le prime due puntate

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti