A Toronto il museo in cui le opere d’arte prendono vita

Grazie al potere della tecnologia, la Art Gallery di Ontario permette ai propri visitatori di immergersi in un'esperienza di realtà aumentata
A Toronto il museo in cui le opere d'arte prendono vita

MILANO – Vi siete mai chiesti come apparirebbereo i quadri del museo grazie al potere della tecnologia aumentata? Come cambierebbero i tratti e come si trasformerebbero i personaggi? A questa domanda ha risposto la Art Gallery di Toronto che fino al l’8 Aprile 2018, presenta delle opere d’arte che prendono vita grazie alla realtà aumentata.

La mostra

I visitatori che già hanno avuto modo di visitare la mostra, non credevano ai loro occhi mentre sperimentavano questo nuovo mododi vivere l’arte. L’esperienza dal nome ReBlink, è frutto dell‘artista digitale Alex Mayhew. L’artista ha dato forma a un’innovativa esperienza di realtà aumentata che attinge al potere della tecnologia all’avanguardia. In questo modo ha dato modo ai visitatori la possibilità di vedere i lavori delle collezioni canadesi ed europee dell’AGO in un modo completamente nuovo.

L’esperienza al museo

Usando un’app personalizzata per smartphone e tablet, i visitatori utilizzano la fotocamera del loro dispositivo per “dare vita” alle opere d’arte storiche presenti al museo.  Osservando un’opera selezionata utilizzando uno smartphone o un tablet, i visitatori vedranno qualcosa di inaspettato: i soggetti del dipinto inizieranno aprendere vita, riflettendo una visione della nostra realtà quotidiana nel 21 ° secolo. Per vedere tutte le opere in anteprima è possibile svaricare sui propri dispositivi l’applicazione ReBlink. Nel video qui sotto, inceve, potete osservare quanto descritto fino ad ora

ReBlink (Long player) from Impossible Things on Vimeo.

© Riproduzione Riservata