Taiwan, con i suoi dipinti salva il villaggio dalla demolizione

A Taiwan un anziano signore di 96 anni salva il suo villaggio dalla demolizione grazie ai suoi coloratissimi dipinti sui muri della città
Taiwan, con i suoi dipinti salva il villaggio dalla demolizione

MILANO – Immaginate di vivere nello stesso villaggio per 37 anni a godervi la pensione, quando improvvisamente il governo decide di demolire casa vostra. Cosa fate? Come impedite al governo di distruggere il luogo che amate? A Taiwan un anziano signore di 96 anni ha trovato una soluzione, e ora turisti da tutto il mondo vogliono venire a visitare il suo incredibile villaggio.

Taichung, Taiwan

Tempo fa Taichung, distretto di Nantun, era un villaggio con più di 1200 abitazioni, la maggior parte delle quali abitata da ex-soldati a cui il governo aveva concesso un domicilio temporaneo. Nel tempo la maggior parte dei soldati si è trasferita altrove, e molti appezzamenti di terreno sono stati messi in vendita. Il numero degli abitanti ha iniziato a calare drasticamente, tanto che nel villaggio erano rimaste soltanto 11 abitazioni. Huang Yung-Fu, un anziano del paese di 96 anni, quasi per caso un giorno ha iniziato a dipingere le mura interne di casa sua, partendo dal disegno di un uccellino. Huang non aveva alcuna esperienza come pittore, semplicemente quando aveva 3 anni suo padre gli insegnò a disegnare, ma senza alcuna pretesa professionale. Soddisfatto del lavoro in casa sua, Huang proseguì la sua opera dipingendo anche i muri esterni e del villaggio con disegni e figure coloratissime.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Marina&Alberto (@viajaentusofa) in data:


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da @seplaire in data:

Il villaggio variopinto

Subito  i disegni di Huang hanno iniziato a ricevere tantissima attenzione, e il suo villaggio è diventato una delle principali attrazioni turistiche di Taichung e di tutta l’isola di Taiwan, tanto che il governo ha interrotto tutti i progetti che riguardavano la sua definitiva demolizione. La giornata di Huang ora è scandita dalla pittura: tutte le mattine si alza all’alba e inizia a dipingere i muri del villaggio senza posa, con motivi colorati e disegni di animali. Il villaggio ora sembra appartenere al mondo delle favole, i turisti lo adorano e l’hanno soprannominato “Nonno Arcobaleno”, un nome perfetto per un uomo dalla personalità così viva e creativa. Su Instagram il villaggio è ora soprannominato “Rainbow village”.


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ricky Abay-abay (@rpagem90) in data:


Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ✴︎Rina✴︎ (@space_rii) in data:

via BoredPanda

© Riproduzione Riservata