Street art, in Olanda il muro di un palazzo diventa una libreria

La nuova opera di street art realizzata ad Utrecht, dall'artista Jan Is De Man vede trasformarsi il muro di un palazzo in una libreria a cielo aperto
Street art, in Olanda il muro di un palazzo diventa una libreria

MILANO – Usciamo per un attimo dalle gallerie d’arte e dai musei e andiamo a camminare per strada. Anzi, direi di uscire per un attimo proprio dai confini del nostro Paese e andare  in Olanda, destinazione Utrecht. Ora andiamo all’angolo fra Amsterdamsestraatweg e Mimosastraat e alziamo gli occhi: ecco allora che ci comparirà danti una grandissima libreria dipinta. Si tratta dell’opera di Jan Is De Man che ha trasformato un semplice muro in un racconto di storie e di culture diverse.

Libreria a cielo aperto

Utrecht, Olanda. È qui che una palazzina anonima, marroncina e scura è diventata una bellissima opera d’arte a cielo aperto: un murale, stile trompe l’oeil, che rappresenta una meravigliosa e gigantesca libreria e lo street artist Jan Is De Man è l’autore di questo grandissimo “quadro”. Un muro non scelto a caso, quello diventato libreria, ma offerto a Jan direttamente dagli abitanti della casa. Infatti la storia di questa grande libreria “dipinta” è da ricercarsi nelle radici dello street artist che ben conosce gli abitanti del caseggiato; da tanto tempo in amicizia con gli inquilini, quest’ultimi gli hanno lasciato totalmente carta bianca per eseguire l’opera, purché di questa ne potesse beneficiare tutto il quartiere, abbellendolo e rallegrandolo. La prima idea dell’artista era quella di disegnare un grande smiley; ma era troppo semplice, troppo banale (ha dichiarato lui stesso). Allora da qui parte un progetto basato tutto in funzione della struttura della palazzina che, nella mente di Jan si è configurata come una grande libreria.

La cultura in mano a tutti

La personalizzazione dell’opera murale è veramente unica: ebbene si, tutti i titoli ospitati dagli enormi scaffali non sono altro che i libri preferiti da chi la palazzina la abita, che spaziano da autori come Antoine de Saint-Exupéry (Le Petit Prince) sino a Khaled Hosseini. I titoli dei libri raffigurati su questo grande trompe l’oeil a cielo aperto (realizzato con l’auto del collega Deef Feed), in grado di ingannare l’occhio con la sua prospettiva, non indagano solo i gusti degli inquilini ma anche le loro origini: difatti tra i titoli spiccano libri in ben 8 lingue diverse e altrettante culture. Un’idea davvero innovativa quella di Jan che racconta non una ma tante storie diverse di tante persone aventi origini differenti; un’opera questa di Utrecht che dimostra come la cultura sia e debba essere un patrimonio alla portata di tutti e come l’arte parli un linguaggio universale.

© Riproduzione Riservata