Storie di artisti

Stephen Wiltshire, l’artista autistico che disegna le città nei minimi particolari

Stephen Wiltshire è l'artista famoso per avere una memoria fotografica eccezionale che gli permette di riprodurre le città in ogni dettaglio
Stephen Wiltshire, l'artista autistico che disegna le città nei minimi particolari

Di talenti come Stephen Wiltshire non se ne vedono tanti in giro. Le sue doti non possono passare inosservati e tanto meno la sua storia, incentrata attorno ad un’unica passione: l’arte. Nel corso della sua vita ha ricevuto moltissime onorificenze da parte per esempio di Margaret Thatcher, è stato inviato in un programma della BBC e uno dei suoi libri, Floating Cities è stato considerato un vero bestseller per il Sunday Times. Nel 2006 è stato nominato Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico per i suoi lavori e servizi in campo artistico. Ma chi è Stephen Wiltshire? Wiltshire è un artista autistico inglese, che grazie alla sua innata memoria fotografica, sa memorizzare in poco tempo interi paesaggi urbani e riprodurli fedelmente in ogni dettaglio

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da La Jornada (@lajornadaonline) in data:

 

Prima parola: “paper”

Nato a Londra nel 1974, Stephen Wiltshire era un bambino introverso, che non parlava e non relazionava con i suoi coetanei, né con gli adulti. Il suo silenzio era motivato da una forma di autismo che gli viene diagnosticata a 3 anni. Durante gli anni della scuola elementare, gli insegnanti notarono la sua spiccata dote artistica: Stephen disegnava costantemente e lo faceva con passione. I suoi soggetti erano animali, poi gli autobus di Londra e infine i palazzi della sua città. Ciò che emerge dai disegni è un’attenta osservazione della realtà circostante e la capacità di riprodurla su carta rispettando le regole della prospettiva. 

Stephen Wiltshire non ha parlato fino ai 9 anni, quando i genitori e gli insegnanti gli tolsero, per stimolarlo, carta e matite. Il piccolo artista allora pronunciò per la prima volta la parola inglese “paper” (carta), per riottenere il suo materiale. 

Fai meglio che puoi e non fermarti mai

I primi lavori e i primi successi di Stephen Wiltshire

Quando Stephen Wiltshire ha solo 8 anni riceve un incarico importante. Il primo ministro Margaret Thatcher, meravigliata dalla sua memoria fotografica, gli commissiona il disegno della cattedrale di Salisbury. In seguito il ragazzo realizzò la sua prima raccolta: “The London Alphabet”, in cui per ogni lettera dell’alfabeto riproduce un monumento di Londra. All’età di 11 anni, l’artista viene ospitato in un programma della BBC, mentre a 13 anni pubblica il suo primo libro Drawings. Ma durante la sua vita scrive altri libri, tra cui Floating Cities che quando uscì svettò in cima alla classifica dei bestseller del Sunday Times. 

Come fa a realizzare le sue opere? Stephen Wiltshire si sposta in elicottero per vedere le varie città dall’alto, per memorizzare il panorama in ogni dettaglio e in seguito riprodurlo. A volte l’artista disegna anche davanti a un pubblico e gli basta sempre poco tempo per fotografare il paesaggio che ha di fronte. 

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da National Geographic (@natgeo) in data:

 

Per vedere le sue opere, ecco il suo sito web

© Riproduzione Riservata