Sei qui: Home » Arte » Picasso e Chanel, l’incontro tra due miti in mostra a Madrid
Mostre da non perdere

Picasso e Chanel, l’incontro tra due miti in mostra a Madrid

Chi lo avrebbe mai detto? Insieme, Picasso e Chanel sono i protagonisti di un'importante mostra ospitata dal Museo Nacional Thyssen-Bornemisza di Madrid.

Pablo Picasso, di cui fra qualche mese ricorrerà il 50esimo anniversario dalla scomparsa, è uno degli artisti più amati di tutti i tempi. Gabrielle Chanel, meglio nota come Coco Chanel, è probabilmente la stilista più conosciuta e iconica di sempre. Ma cos’hanno in comune Picasso e Chanel? Ce lo svela la mostra allestita nei locali del Museo Nacional Thyssen-Bornemisza di Madrid, inaugurata lo scorso 11 ottobre e visitabile sino al 15 gennaio del 2023.

Picasso e Chanel in mostra a Madrid

Visitabile dall’11 ottobre 2022 al 15 gennaio 2023 presso il Museo Nacional Thyssen-Bornemisza di Madrid, la mostra “Picasso e Chanel” approfondisce il legame e le connessioni che interessano i due artisti, Pablo Picasso e Coco Chanel, diversi per interessi, personalità e inclinazioni, ma simili nell’amore e nella passione profusa per la loro arte.

La mostra non solo approfondisce le influenze che intercorrono scambievolmente fra Picasso e Chanel, ma porta anche alla scoperta delle rispettive opere e di come esse abbiano costituito una vera e propria innovazione, ognuna nel proprio campo d’interesse – il Cubismo e la moda -. Il percorso espositivo consta di 4 grandi sezioni, che indagano gli anni compresi fra il 1915 e il 1925.

Le sezioni della mostra

La prima sezione della mostra dedicata a Picasso e Chanel è El estilo Chanel y el cubismo (Lo stile Chanel e il cubismo), che mostra come Chanel abbia attinto allo stile tipico del Cubismo per realizzare molti dei suoi abiti, in cui in effetti, a guardare bene, si nota una prevalenza assoluta di colori come il bianco, il nero e il beige, oltre alla presenza di angoli geometrici e l’uso di tessuti lineari e texture austere.

La seconda sezione della mostra si intitola invece Olga Picasso ed è incentrata sui ritratti che Picasso ha dedicato alla sua prima moglie, la ballerina russa Olga Khokhlova, cliente abituale di Coco Chanel. Inoltre, accanto ai dipinti sono stati aggiunti alcuni vestiti di questo primo periodo della stilista francese, di cui sono sopravvissuti pochissimi campioni.

La terza sezione è invece dedicata al primo vero sodalizio fra Picasso e Chanel, con un approfondimento incentrato su Antigone, l’adattamento moderno del dramma di Sofocle scritto da Cocteau, per cui Picasso e Coco Chanel hanno unito le forze lavorando rispettivamente alle scenografie e ai costumi. 

Infine, la quarta sezione si intitola Le Train Bleu, e prende il nome dall’omonima opera di balletto diretta da Djagilev e con libretto di Cocteau, che si ispira ai giochi olimpici, al jazz e al cinema muto. Questa sezione include anche Dos mujeres corriendo por la playa (La carrera), una piccola gouache che Djagilev scoprì nello studio di Picasso e che divenne l’immagine per il sipario dello spettacolo. Il pittore realizzò il programma a mano, mentre Chanel vestì i ballerini con una collezione dei suoi capi sportivi.

Picasso e Chanel

Picasso e Chanel si conobbero nel 1917, probabilmente grazie alla conoscenza comune del poeta e drammaturgo Jean Cocteau o della pianista Misia Sert. I due artisti entrarono subito in sintonia, e Chanel frequentò la coppia Picasso al punto da collaborare a due progetti di Cocteau: Antigone nel 1922 e il balletto russo Le Train Bleu di Sergej Djagilev nel 1924.

© Riproduzione Riservata