Dal 6 all’8 novembre all’Oval di Torino

Parte Artissima 2015, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia

Sin dalla sua fondazione nel 1994, l'esposizione unisce la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione e la ricerca.
Parte Artissima 2015, la principale fiera d’arte contemporanea in Italia

MILANO – 207 gallerie da 31 paesi di tutto il mondo, 68% di espositori stranieri, 20.000 mq di esposizione, più di 2.000 opere in mostra, oltre 50 curatori e direttori di museo nelle giurie. Sono questi i numeri di Artissima 2015, Internazionale d’Arte Contemporanea a Torino, che dal 6 all’8 novembre apre al pubblico le porte della sua ventiduesima edizione, diretta per la quarta volta da Sarah Cosulich Canarutto.

SPERIMENTAZIONE NELL’ARTE – Sin dalla sua fondazione nel 1994, Artissima ha saputo unire la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione, la ricerca e la matrice curatoriale delle scelte e delle proposte. Delle sei sezioni di cui si compone la fiera, tre sono dirette da board di curatori e direttori di musei di tutto il mondo. I formati di queste sezioni speciali – dal focus sulla performance alla riscoperta dei grandi pionieri – si sono stabiliti come standard nel panorama fieristico internazionale. La sua precisa identità e la sua forza attrattiva fanno sì che l’impatto di Artissima si estenda al di là dell’Oval, il padiglione di vetro che la ospita al Lingotto, riverberandosi per il territorio di tutta la città di Torino. Durante Artissima, nelle parole di Le Monde, “la città si trasforma in un happening gigante”, attirando un pubblico di altissimo profilo con mostre ed eventi speciali nei suoi musei e fondazioni, e la rete di cultura enogastronomica per cui la città è famosa.

RICERCA ARTISTICA E QUALITA’ – “Artissima è una fiera che compete con i principali appuntamenti internazionali del mercato dell’arte, ma che sa differenziarsi – afferma il direttore Sarah Cosulich Canarutto – Siamo la prima fiera contemporanea ad aver introdotto un focus sulle avanguardie storiche e un palcoscenico dedicato esclusivamente alla performance, la prima fiera a premiare i giovani artisti con una mostra museale, la prima fiera ad aver trasformato le talk in dialoghi itineranti tra gli stand, la prima fiera ad avere una mostra di grandi collezioni istituzionali al suo interno, e la prima fiera, con questa edizione, ad avere una VIP Lounge concepita come un vero e proprio progetto curatoriale.

LE SEZIONI – Tre delle sei sezioni di Artissima sono dirette dal comitato delle gallerie internazionali della fiera. La Main Section raccoglie le gallerie più consolidate, rappresentative del panorama artistico mondiale. Quest’anno ne sono state selezionate 133 (di cui due terzi straniere). New Entries è una sezione riservata alle gallerie giovani più interessanti sulla scena internazionale; i partecipanti hanno alle spalle meno di cinque anni di attività e sono per la prima volta ad Artissima. Ospita 24 gallerie, di cui 21 straniere. Art Editions, inaugurata nel 2012, ospita edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei di 7 gallerie.

TALENTI EMERGENTI – Present Future è la sezione di Artissima dedicata ai talenti emergenti, selezionati da un board di giovani curatori internazionali. Gli artisti sono presentati dalle loro gallerie di riferimento in un’area centrale della fiera, con un percorso espositivo appositamente studiato. Le opere degli artisti invitati includono proposte inedite realizzate ad hoc e progetti alla loro prima esposizione nel contesto europeo ed italiano. Nel 2015 Present Future propone progetti di 20 artisti presentati da 19 gallerie straniere e 1 italiana.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti