Sei qui: Home » Arte » Nuovo graffito di Banksy raffigurante vecchietta che starnutisce
il nuovo graffito

Nuovo graffito di Banksy raffigurante vecchietta che starnutisce

Il nuovo disegno di Banksy si intitola "Aachoo!!" e raffigura una signora anziana che starnutisce così forte da perdere la dentiera. Possibile indizio sulla sua identità

Nuovo graffito di Banksy in zona Bristol, in Inghilterra, e nuova opera dedicata al mondo al tempo del Covid. Il murales, intitolato ‘Aachoo!!’ (versione inglese del suono di un gran starnuto) è apparso sul muro laterale color verdino di una casa della periferia della città, in Vale Street. A rivendicarne la paternità lo stesso artista sul suo profilo Instagram.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy)

 

L’ultima opera dello street artist

Il disegno raffigura una pensionata che, fazzoletto in testa, starnutisce mentre la cadono la borsa e un bastone, con effetto spray che si allunga sull’edificio e sulla stradina sottostante: la più ripida di tutta la Gran Bretagna con ben 22 gradi di pendenza. Nel graffito si vede anche volare dalla bocca della vecchietta una dentiera e le goccioline che generano il cosiddetto effetto droplets, chiaro riferimento alla diffusione del covid-19.

L’edificio è ora divenuto meta d’interesse e di curiosità. E potrebbe accrescere il valore della proprietà su cui è stato tracciato, messa in vendita di recente. Un ex inquilino, Fred Loosmore, falegname 28enne, ha intanto provveduto a cercare di proteggere il graffito con smalto acrilico trasparente. 

L’indizio sull’identità di Banksy

C’è però un altro mistero che circonda la nuova opera dello street artist più famoso al mondo: nelle foto condivise da Banksy su Instagram si vede anche un uomo, vicino all’opera, che finge di essere viene investito dallo starnuto della signora, mentre si aggrappa a un ombrello che quasi gli viene strappato via dalle mani. Su di lui si concentrano le speculazioni di molti, che si chiedono se non possa essere lo stesso Banksy che abbia voluto rivelarsi.

Cristina Donati Meyer

Cristina Donati Meyer ha frequentato prima l’Istituto d’Arte Rudolf Steiner e poi l’Accademia di Belle Arti di Milano.  Classe 1985, co- fondatrice e promotrice dell’Associazione culturale artistica “M’Arte”, attivista di diverse associazioni umanitarie e ambientaliste e, dal 2007, ideatrice e curatrice delle mostre ospitate dallo “Spazio M’Arte” in zona Brera a Milano, è titolare, con altri colleghi artisti, dello studio artistico Artelier dei Navigli in Vicolo dei Lavandai a Milano.  

L’arte di Cristina è immersa a pieno titolo nella contemporaneità dei problemi sociali, delle questioni più scottanti e delle angosce della donna e dell’uomo contemporanei.  E’ un’arte terapeutica, che aiuta l’artista a sopravvivere e a trasmettere sensazioni vitali.   

© Riproduzione Riservata