ad alta velocità

Milano-Parigi, arriva il treno che promuove l’arte

Il viaggio è stato realizzato per la promozione in tutta la Francia di alcuni appuntamenti artistici
Milano-Parigi, arriva il treno che promuove l'arte

MILANO – Quando alcuni ragazzi sono saliti sul treno vestiti di nero con delle maschere viola i passeggeri diretti da Milano a Parigi li hanno guardati un po’ confusi. Il Tgv è diventato così, ieri, il palcoscenico ideale per celebrare i miti e le mostre di Boccioni, Fontana e Munari. 

MILANO – PARIGI – Un treno per Parigi, che ovviamente è una destinazione non casuale visto che la città francese è stata la capitale delle avanguardie europee. E quale miglior meta per riportare l’attenzione su artisti del calibro di Boccioni che soggiornò nel rinomato centro artistico europeo? Un evento che segna un gemellaggio ancora più stretto con la Francia e che inaugura la primavera d’arte di Milano. I protagonisti della performance sono giovani diplomati in teatro danza della Scuola Paolo Grassi. I giovanni hanno dato vita alle opere di grandi artisti italiani – in particolare Umberto Boccioni e Bruno Munari – passando per le carrozze “danzando” e distribuendo materiale promozionale. Le maschera rappresenta lo stile Munari e le performance esaltano le opere del futurista, i flyer una volta piegati si trasformano nelle opere, pur sempre cartonate, dei grandi artisti.

L’ALTA VELOCITA’ DELL’ARTE – Il viaggio è stato realizzato all’interno del protocollo d’intesa sottoscritto fra il Comune di Milano e la filiale italiana di SNCF (Ferrovie francesi), per la promozione – in tutta la Francia – di alcuni appuntamenti artistici: la XXI Esposizione Triennale di Arte e Architettura, al via dal 2 aprile all’università e in molti spazi espositivi della città; la grande retrospettiva “Umberto Boccioni. Genio e memoria”,che part il 23 marzo a Palazzo Reale, nel primo centenario della sua scomparsa; la mostra “Vietato non toccare” che fino a settembre al MUBA racconterà ad adulti e bambini di tutte le età il genio di Munari, artista “padre” di quel design di cui Milano è capitale internazionale.

 

LEGGI ANCHE  Toscana, arriva il treno letterario che promuove i luoghi di cultura

 

© Riproduzione Riservata
Commenti