La guerra nell’arte in mostra a Ravenna

Dal 6 ottobre al Mar di Ravenna la mostra ?War is over. Arte e conflitti tra mito e contemporaneità per ricordare che il contrario della guerra non è la pace ma il dialogo, il conflitto dominato, la dialettica
La guerra nell'arte a Ravenna

MILANO – Ravenna sarà la sede dal 6 ottobre della mostra ?War is over. Arte e conflitti tra mito e contemporaneità. Il progetto espositivo – organizzato dal Comune di Ravenna, l’Assessorato alla Cultura e al Museo Mar – indica il dialogo, e non la pace, come unica vera alternativa alla guerra.

 

La guerra in mostra

?War is over. Arte e conflitti tra mito e contemporaneità  sarà  in mostra dal 6 ottobre al 13 gennaio 2019 al Museo Mar di Ravenna. Il progetto a cura di Angela Tecce, storica dell’arte, e Maurizio Tarantino, direttore del Museo, è incentrato su tre temi. “Vecchi e nuovi miti”, ideologie e mitologie alla base dei conflitti; “Teatri di guerra. Frontiere e confini”, rilettura degli artisti dei conflitti; “Esercizi di libertà”, ciò che l’arte può dire sul nostro futuro.

 

La pittura parla di guerra

L’esposizione procede per assonanze e contrasti e non segue un ordine cronologico, proprio per sottolineare come la guerra sia una tematica attuale e le opere in mostra tutt’ora contemporanee. Tra gli artisti esposti, alcuni “storici” che hanno dipinto la guerra in modi diversi, da De Chirico a Marinetti, da Fontana a Picasso. Il percorso espositivo si pone l’obiettivo di dimostrare come non sia la pace l’alternativa alla guerra ma dialettica, confronto, dialogo.

© Riproduzione Riservata