a palazzo vecchio

Koons, l’opera “Pluto and Proserpina” lascia Firenze

Dopo tanto dibattere, sembra proprio che la scultura dorata tornerà a casa dal suo autore negli Stati Uniti
Koons, l’opera “Pluto and Proserpina” lascia Firenze.

MILANO – La scultura dorata di Pluto e Proserpina realizzata da Jeff Koons lascia Firenze. Dopo tante polemiche e discussioni ai fiorentini e a qualche turista non sarà più permesso storcere il naso in Piazza della Signoria.

“IL RATTO DI PROSERPINA (E PLUTO)” – La criticata opera d’arte si trovava da settembre sull’arengario di Palazzo Vecchio. Qualche giorno fa i primi veri problemi sulla locazione della statua. Questa era stata temporaneamente spostata in un deposito blindato e segreto, in attesa di una nuova collocazione. La scultura dell’ex marito di Cicciolina tornerà a casa, negli Stati Uniti. Koons si sarebbe dimostrato disponibile a lasciarla a Firenze per un lungo periodo ma, tra le cinque location possibili elencate dal sindaco, neanche l’ombra di piazza della Signoria. Per l’artista è stato troppo, meglio riportarla a casa.

IN FLORENCE – Per la prima volta, dopo circa cinquecento anni dalla messa in posa dell’Ercole e Caco di Baccio Bandinelli (1493-1560), una scultura originale di grandi dimensioni era stata collocata sull’arengario di Palazzo Vecchio. Si tratta di un’opera monumentale alta più di tre metri. Un evento eccezionale che aveva inaugurato il progetto In Florence, un programma ambizioso e innovativo che vede i protagonisti dell’arte del nostro tempo confrontarsi con gli spazi e le opere del Rinascimento fiorentino.

 

LEGGI ANCHE Firenze, l’opera “Pluto and Proserpina” di Koons fa discutere

 

© Riproduzione Riservata
Commenti