Sei qui: Home » Arte » Italia, sempre meno italiani si recano ai musei
Calo delle visite nei musei

Italia, sempre meno italiani si recano ai musei

La statistica Eurostat registra un calo delle visite ai musei italiani. Solo un italiano su 4 dichiara di aver visitato un sito culturale nell'ultimo anno

MILANO – L’Italia sta progressivamente raggiungendo un processo di “deculturizzazione”. E’ quanto si evince dalla notizia rilasciata da Il Corriere in merito al poco interessamento e alle scarse visite nei musei da parte degli italiani.

IL FENOMENO – Stiamo parlando di un Paese dove il ricco patrimonio culturale ngli ultimi tempi non è riusciuto a smuovere gli interessi culturali da parte dei cittadini. E se da una parte le visite ai musei sono calate progressivamente, il fenomeno del turismo in Italia è cresciuto sempre più. A dichiarare il poco interessamento e la pigrizia da parte degli italiani verso i siti culturali, è l’ultima statistica Eurostat. Un fenomeno che può sembrare poco credibile a chi abita nelle grandi metropoli e si reca assiduamente alle mostre. Ciò induce a pensare che a fare la coda ai musei siano sempre i soliti visitatori.

LA CLASSIFICA – Nonostante il Nord Europa non offra la possibilità di imbattersi in un vasto patrimonio artistico e culturale, registra comunque un discreto numero di visite, al quale seguono Inglesi, Francesi e la Repubblica Ceca. L’Italia, invece, appare quintultima in Europa, vittima probabilmente anche della dispersione scolastica dovuta ai drammatici squilibri regionali. Nessun progresso è stato compiuto negli ultimi dieci anni e anche la Spagna e la Germania, nonostante abbiano subito un calo nelle visite, sono comunque parecchie leghe davanti a noi.

© Riproduzione Riservata