Fuorisalone 2017 a Milano

Il Fuorisalone a Milano nel weekend

Ultimi due giorni di FuoriSalone 2017 per le strade della città di Milano. Ecco le zone da visitare

MILANO – Ancora due giorni per girare le strade di Milano in occasione del Fuorisalone, dopo una settimana in cui la città è stata stravolta e le sue vie invase da visitatori e curiosi, installazioni e food truck. Orientarsi tra gli eventi e le esposizioni non è stato facile, e il weekend si preannuncia ancora più caldo. Qui di seguito una mappa delle zone in cui vale la pena fare un salto e lasciarsi incuriosire dalle proposte dei vari designer.

ISOLA DESIGN DISTRICT – Artigiani locali e nomi internazionali come si usa all’Isola, dove piccole realtà di quartiere si affiancano ad altre internazionali e dove le case della vecchia Milano si affacciano sul Bosco Verticale di Boeri. Così è l’Isola Design District, il nuovo distretto del Fuorisalone che ha tutta l’aria di essere già il più cool di Milano.

TORTONA DESIGN WEEK – Un grande classico. Di quelli che non devono mancare mai. Basta solo capire cosa vale la pena davvero vedere. Un tour vero e proprio del quartiere che si sviluppa tra via Tortona, via Savona, via Solari e piccole vie traverse.

VENTURA LAMBRATE E VENTURA CENTRALE – Si tratta del distretto più cool (e coerente di tutti), quello un po’ più periferico e che dalla scorsa edizione ha però inglobato un nuovo spazio più… centrale. FuturDome, in via Paisiello 6, Milano è una delle grandi novità del Fuorisalone 2018. L’elegante palazzo Liberty dei primi del 900, diventa infatti, la sede di Ventura Future, il nuovo polo espositivo del circuito Ventura Projects.

5VIE – La più bella zona di Milano, la più nascosta, la più curiosa (tra via Torino, corso Magenta e via Carducci). Dopo essersi fatta scoprire da milanesi e non, anche per questa edizione, il distretto 5VIE ha deciso di raccontarsi attraverso le micro aree che lo compongono.

BRERA DESIGN DISTRICT – Da piazza Affari è un attimo arrivare in Brera, altro quartiere bellissimo di Milano e che conta moltissimi showroom in cui affacciarsi durante i giorni del Salone.

PORTA VENEZIA DESIGN – Design, arte, liberty, food & wine. Questo è quello che promette l’elegante distretto di Porta Venezia in cui stile di ieri e quello di oggi si confrontano.

CASTELLO SFORZESCO – Riconfermata anche la presenza al Parco Sempione, in piazza del Cannone, dove quest’anno prende vita il progetto Inhabits, dedicato ai moduli abitativi e agli spazi urbani itineranti, attenti anche alla sostenibilità ambientale.

UNIVERSITÀ STATALE – L’Università Statale via Festa del Perdono, dove la rivista di design Interni invita designer da tutto il mondo a inventarsi un modo per interagire con gli spazi dell’Università.

© Riproduzione Riservata
Commenti