Fuorisalone 2016

Il design in mostra all’UniCredit Pavilion con Matali Crasset

Un percorso che incita a riflettere sul senso del “comune” attraverso la presentazione di alcuni progetti realizzati dall’artista, di laboratori e animazioni
Il design in mostra all’UniCredit Pavilion con Matali Crasset

MILANO – In occasione del Fuorisalone 2016 di Milano, UniCredit Pavilion  presenta, dal 14 al 17 aprile, l’esposizione della designer francese Matali Crasset “Reinventare un mondo comune”. “Con questa prima mostra dedicata al design – dichiara Serena Massimi, Responsabile UniCredit Pavilion Development Management – abbiamo voluto creare continuità con l’essenza stessa dello spazio: un luogo al servizio della comunità, aperto e fortemente sostenibile. Anche la scelta di un’artista come Matali Crasset, designer che ha dedicato il suo pluriennale lavoro al servizio della società, rappresenta al meglio i valori che vogliamo condividere.”

IL PROGETTO – Il progetto intende interrogarsi sul legame tra il design e il sociale, proponendo un percorso articolato che stimola la riflessione sul senso del “comune” attraverso la presentazione di alcune installazioni, opere a tema, laboratori e animazioni riservate a un pubblico giovane. “La volontà di stimolare un pensiero, suscitare curiosità e incoraggiare la creatività individuale costituisce la base del mio lavoro – spiega Matali Crasset –. Il designer è colui che, attraverso la sperimentazione di diversi approcci e tecniche, “prende per mano” la comunità, si dà alla gente per un progetto partecipativo e di aiuto reciproco.”

Il percorso è quindi articolato nelle seguenti sezioni:

 

  • “Reinventare un mondo comune” racconta come l’azione umana e socializzante inventa e realizza progressivamente, attraverso l’esempio, un progetto di sviluppo del territorio. In quest’area verrà esposto il progetto “Vento delle Foreste” realizzato dall’artista nella Meuse (Francia).

 

  • “Il mondo comune e il mondo interiore”: presentazione dell’istallazione artistica “La Trama Ancestrale”, un progetto che propone 3 dispositivi sperimentali che creano una distorsione spaziale e temporale spunto per una riflessione sul mondo interiore.

 

  • “Il mondo comune immaginario” presenta tre progetti creati da matali crasset per i bambini: il personaggio di “Fl’om nella Blobterra”, “Globo e i castelli d’acqua” e il gioco di costruzione interattivo “Tubuland”.

 

  • “Il mondo in divenire” luogo in cui giovani designer, italiani e internazionali, sono invitati a presentare il loro lavoro e a realizzare insieme una sperimentazione e un progetto comune.

© Riproduzione Riservata
Commenti