Musei da visitare

I 10 migliori musei europei vicino alle stazioni dei treni

Zaino in spalla e biglietto Interrail in mano. Le stazioni dei treni sono diventate un luogo-simbolo di un nuovo modo di viaggiare e, in prossimità delle stesse, sono nati musei e attrazioni... Vediamo, quelli da non perdere!
musei-vicini-alle-stazioni

Continua dopo la pubblicità

Zaino in spalla, biglietto Interrail in una mano e guida turistica nell’altra. È così che tantissimi giovani viaggiano oggi alla scoperta delle più belle città europee. Le stazioni dei treni sono diventate un luogo-simbolo di questo nuovo modo di viaggiare e, in prossimità delle stesse, sono nati musei e attrazioni. Dall’antichità ai videogiochi, non c’è mai un momento di noia per i viaggiatori curiosi con un paio d’ore da riempire in una stazione europea. Da qui, la scelta del Guardian di stilare una classifica dei 10 migliori musei sorti vicino alla stazione dei treni delle più belle città europee. 

Computerspielemuseum, Berlino

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Michelle (@wonka_trash) in data:

 

A circa 15 minuti a piedi dalla Berlin Ostbahnhof si trova il Computerspielemuseum (€ 9 / € 6), che è un paradiso per grandi e piccini che sono cresciuti giocando ai videogiocho. Ci sono molte consolle su cui giocare, vecchie e contemporanee. Anche giochi come Pong e Space Invaders possono essere campionati. Per dare un tocco di atmosfera in più, hanno persino ricreato lo scenario tipico della stanza di un adolescente. C’era anche una rappresentazione interattiva delle fiamme dal DeLorean Back to the Future proiettata sul pavimento. Mi ha divertito mia figlia a pensare che sua madre abbia giocato ad alcuni di questi giochi e abbiamo avuto la possibilità di scambiare le nostre esperienze e sfidarci a vicenda. Anche il negozio di articoli da regalo era bello, con magliette e borse con design retrò.

Continua dopo la pubblicità

Mauritshuis museum, L’Aia

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Continua dopo la pubblicità

Un post condiviso da K r i s (@endlessartlover) in data:

 

A soli 10 minuti a piedi dalla stazione di Den Haag Centraal si trova il museo Mauritshuis (adulto € 15,50, gratuito sotto i 19 anni), sede della ragazza con l’orecchino di perla di Johannes Vermeer. Il dipinto sembra brillare: il viso della ragazza e l’orecchino appaiono luminosi, commenta una visitatrice entusiasta del museo. 

Gucci Garden Galleria, Firenze

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da willkom (@willkom) in data:

 

A quindici minuti a piedi dalla stazione di Firenze c’è l’ingresso gratuito al Gucci Garden Galleria nel Palazzo della Mercanzia. Il museo a tre piani del marchio di moda, allestito dal designer Alessandro Michele Gucci, custodisce stanza dopo stanza la storia visiva del marchio attraverso i decenni. Lasciati stupire dai bauli, dalle custodie per i mobili e dagli accessori meravigliosamente realizzati degli anni ’30. Poi rimani a bocca aperta per gli abiti splendidamente ingioiellati e le borse in pelle. Scopri le stampe classiche, tra cui le sciarpe Flora ispirate a Grace Kelly e la collezione retrò di maglieria degli anni ’70. Al piano terra si trova il negozio di articoli da regalo, che vende libri di moda e riviste alla moda. L’Osteria Gucci sulla terrazza al piano terra mescola stile sartoriale con ottimo cibo.

Hofmobiliendepot, Vienna

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da #janas4loves (@ja_new) in data:

 

A 10 minuti a piedi dalla stazione di Vienna puoi visitare la Imperial Furniture Collection, una delle più grandi collezioni di mobili al mondo. È una collezione affascinante e ben curata, tra cui spiccano oggetti interessanti, come troni da viaggio imperiali, comò e lavabi. La stazione dei treni è anch’essa una gemma con il suo design di metà secolo con le facciate in vetro e il suo monumento senza pretese ai bambini del Kindertransport. 

Kiasma, Helsinki

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da P e d r o B e r e n g u e r (@pedro_berenguer) in data:

 

Il museo di arte moderna Kiasma (€ 15 / under 18 gratis), proprio dietro la stazione ferroviaria principale di Helsinki, è fantastico – e non solo perché puoi vedere la più bella stazione ferroviaria in Finlandia, progettata da Eliel Saarinen. Al Kiasma puoi goderti le mostre temporanee, ma anche l’architettura dell’edificio, da cui puoi ammirare persino uno scorcio del Parlamento. 

Museum for Arts and Crafts, Amburgo

Museum für Kunst und Gewerbe (Museo delle arti e dei mestieri, ingresso € 12 / € 8) è il luogo ideale per distendere le gambe prima di prendere un treno alla volta della Scandinavia. Il museo sorge in un meraviglioso edificio, con una vasta collezione di antichità, tra cui antichi manufatti di tutte le principali religioni. Ci sono collezioni di pianoforti, grafica, art nouveau e Bauhaus, tutti di importanza mondiale. Ci sono sette mostre in corso, che spesso si concentrano sul design moderno; al momento questi includono i designer Stefan Sagmeister e l’esplorazione della bellezza di Jessica Walsh. 

Il Museo della seconda guerra mondiale, Danzica

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da luwhae (@luwhae_) in data:

 

A 15 minuti a piedi dalla stazione di Danzica, questo museo si è rivelato una visita affascinante. La mostra principale è una delle più grandi al mondo, ma nonostante le dimensioni vale anche una breve visita fra un treno e l’altro. Qui furono sparati i primi colpi della seconda guerra mondiale e l’attenzione si concentra sulla tragica esperienza della Polonia. Il modo in cui la storia viene raccontata è di altissima qualità e immerge il visitatore in un’esperienza emotiva e stimolante.

Museo Ebraico, Copenhagen

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da •L•y•n•n• (@lynn_tonic) in data:

 

I numerosi musei di Copenaghen sono pieni di arte e design, ma a colpire il cuore di tanti visitatori è una macchina da scrivere yiddish del piccolo Museo ebraico di Copenhagen. Nascosto nei giardini del Palazzo di Christiansborg, a 15 minuti a piedi dalla stazione di Copenaghen, la mostra racconta l’incredibile storia di come molti ebrei danesi siano sopravvissuti all’Olocausto dopo essere stati evacuati dalla resistenza danese. Ma la storia non finisce qui e gli oggetti esposti spaziano dal sacro (bellissimi leganti della Torah del 1750 ricamati) al profano (menu di nozze degli anni ’30).

Il Museo Archeologico dell’Alto Adige, Bolzano

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Luigi Torrese (@stupormundi) in data:

 

Lungo la linea che scende da Monaco verso il cuore dell’Italia, Bolzano è conosciuta come una porta di accesso alle Dolomiti, ma vale la pena fermarsi al Museo Archeologico dell’Alto Adige (€ 9 / € 7) prima di dirigersi verso le cime. La mostra permanente si concentra su Ötzi, l’uomo dei ghiacci, conservato all’interno di un ghiacciaio per oltre 5.000 anni in cima a un passo di montagna. I dettagli della ricerca svolta e ciò che è stato appreso su come ha vissuto e alla fine è morto sono stati affascinanti e vedere da vicino i suoi vestiti, le sue armi e altri oggetti fa venire la pelle d’oca.

Crawford Municipal Art Gallery, Cork

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Daniel Ian Smith, M.Arch NCIDQ (@villagewestdesign) in data:

 

Una passeggiata di un quarto d’ora lungo il fiume dalla stazione ferroviaria di Cork è la Crawford Municipal Art Gallery (gratuita). È una collezione d’arte piccola ma perfettamente formata che mette in mostra il lavoro di artisti irlandesi come Seán Keating, Dorothy Cross, Norah McGuinness e molti altri.Un delizioso caffè è la ciliegina sulla torta (letteralmente).

© Riproduzione Riservata