ARTE - La mostra d'arte senza barriere

Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, inaugura la mostra dove è vietato non toccare

Inaugura stasera presso gli Archivi di Stato di Torino, negli spazi espositivi dell'ex Ospedale San Luigi, la mostra ''Viaggi nei Luoghi dell’Arte''. Qui le opere non vanno solo guardate, ma toccate: tutto è stato studiato per permettere...

Inaugura oggi la mostra ”Viaggi nei Luoghi dell’Arte”, presso l’Archivio di Stato di Torino, insolito viaggio negli atelier di alcuni artisti torinesi, un progetto pilota che si propone di far vivere l’arte senza barriere, non solo architettoniche; selezionato nell’ambito di ”Apriti Sesamo” concorso nazionale del MiBACT per favorire la fruizione sensoriale dei luoghi di interesse culturale con specifico riferimento ad un pubblico con disabilità

MILANO – Inaugura stasera presso l’Archivio di Stato di Torino, negli spazi espositivi dell’ex Ospedale San Luigi, la mostra ”Viaggi nei Luoghi dell’Arte”. Qui le opere non vanno solo guardate, ma toccate: tutto è stato studiato per permettere una fruizione completa anche a chi ha mobilità o sensi ridotti: dalle didascalie al catalogo in caratteri per autistici tradotti in braille, alle musiche, al linguaggio dei segni (LIS) nei video. Lo sviluppo, la promozione, il coordinamento e l’intera realizzazione della mostra sono a cura della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte.

LA MOSTRA – In mostra si potranno vedere dieci video-documentari girati in altrettanti studi difficilmente accessibili a persone con disabilità motoria; qui gli artisti (Luisa Albert, Laura Ambrosi, Maura Banfo, Silvia Beccaria, Alberto Castelli, Claudio Cravero, Matilde Domestico, Carlo Galfione, Carlo Gloria, Paolo Jins) racconteranno il luogo dove quotidianamente creano le loro opere, svelando cosa questo rappresenti e qual è il rapporto intimo che li lega alle loro creazioni e alla pratica artistica. Per rendere i filmati fruibili a tutti, sono stati tradotti nel linguaggio dei segni (LIS) e sottotitolati. Il viaggio prosegue con l’esposizione di alcune esperienze sensoriali (performance teatrali, olfattive e degustative con Chiara Vallini e Cuochivolanti; tattili con Piera Luisolo e Danila Ghigliano; musicali con Ernesto Morales e Orietta Brombin) fatte in altri sei luoghi dell’arte che, dal 10 al 14 novembre, hanno aperto le loro porte a persone con disabilità differenti. Segno tangibile di questo progetto è anche la realizzazione di una mappa tattile della Sala Ipogea che ospiterà la mostra e che resterà permanentemente in uso all’Archivio di Stato per aiutare le persone non vedenti a orientarsi nello spazio.

3 dicembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti