Mostre da vedere

“Estasi”, la mostra della perfomer Marina Abramović a Milano

L'artista più rivoluzionaria della nostra epoca arriva per la prima volta a Milano con "Estasi", la mostra provocatoria dedicata a Santa Teresa D'Avila

Marina Abramović rende omaggio a una delle figure più importanti del cattolicesimo, Santa Teresa D’Avila, con la mostra “Estasi” in programma da venerdì 18 ottobre al 31 dicembre 2019. A incorniciare l’esposizione dedicata a Marina Abramović sarà lo scenario suggestivo della Cripta di San Sepolcro nei sotterranei della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Protagonista della mostra è il ciclo di video “The Kitchen. Homage to Saint Therese”, che documenta tre performance di Marina Abramović risalenti al 2009.

La performance

Nel video Marina Abramović è sospesa prima in una cucina di un’abbazia spagnola, accarezza poi un teschio per minuti che sembrano interminabili, e ancora, con lo stesso vestito monastico nero e i capelli raccolti, custodisce una pentola. Pochi elementi che portano in scena il dirompente repertorio mistico di Marina Abramović, che nel 2009 eseguì queste tre performance nell’ex convento di La Laboral a Gijon in Spagna.

Il significato

Con la performance “The Kitchen, Homage to Saint Therese” Abramović esplora i fenomeni di levitazione attribuiti a Santa Teresa d’Ávila. Di Santa Teresa si racconta che, mentre stava cuocendo una minestra nella cucina del convento, ebbe una levitazione involontaria e rimase a mezz’aria affamata sopra la pentola in ebollizione senza la possibilità di scendere. Affascinata dall’idea che la Sanata abbia potuto arrabbiarsi con Dio, la Abramović introduce in una esperienza spirituale un elemento inedito e disturbante.

La Cripta di San Sepolcro

Nella Cripta di San Sepolcro, da poco riportata al pieno splendore, dal 2017 a oggi sono passati illustri artisti di respiro internazionale, da Bill Viola a Michelangelo Antonioni e Andy Warhol, per arrivare alla diva dell’arte contemporanea, l’artista di origine serbe Marina Abramović.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da lucabeen (@lucabeen) in data:

 

 

 

© Riproduzione Riservata