ARTE

Dismaland di Banksy ospiterà migranti di Calais

Il parco dark progettato da Banksy verrà trasferito a Calais e sarà trasformato in un rifugio per i profughi.
Dismaland di Banksy ospiterà migranti di Calais

MILANO – Oltre 150 mila visitatori in 5 settimane; un successo inaspettato. Banksy, l’artista di strada famoso in tutto il mondo e più misterioso d’Inghilterra, colpisce ancora. Questa volta si tratta del suo ultimo progetto artistico Dismaland, il “parco divertimenti anti-Disneyland”, descritto dallo stesso writer come un “parco a tema non adatto ai bambini”. L’attrazione ieri ha chiuso i battenti lasciando a Weston-super-Mare un’eredità da 20 milioni di sterline e alberghi sempre pieni. Ma il progetto dello street artist non muore oggi, si trasferisce e darà asilo ai profughi vicino Calais.

AFFLUENZA DI VISITATORI – Numeri che hanno sorpreso tutti e che hanno permesso anche il rilancio economico di uno dei sobborghi più remoti inglesi. Il parco è stato infatti allestito in un lido in disuso nella località di Weston-super-Mare nel Somerset. Alberghi sempre pieni e file, anche sotto la pioggia, per visitare l’attrazione turistica di quest’estate. “La gente ci ha chiamato in continuazione per le prenotazioni. Una cosa mai successa prima”, ha spiegato il direttore dell’hotel Grand Atlantic che si affaccia sull’entrata di Dismaland. L’elevata richiesta di biglietti ha perfino creato problemi al sito ufficiale, più volte andato in crash.

DISMALAND PER I PROFUGHI – Ieri, 27 settembre, si è organizzato un concerto/cerimonia di chiusura del parco che, come era stato annunciato, sarebbe stato un’attrazione temporanea. Ma non finisce così; il castello di Cenerentola, attrazione principale di Dismaland, verrà inviato al campo profughi di Calais, mentre le strutture del parco di Bristol verranno rimontate in Francia per fornire protezione ai rifugiati. Sul sito web di Dismaland, Banksy ha pubblicato un’immagine del campo dei migranti e ha sovrapposto il castello di Cerentola del suo parco, che ha rappresentato come fosse stato devastato da un incendio. Una frase accompagna la fotografia: “Coming soon… Dismaland Calais. Tutto il legno e gli infissi di Dismaland saranno inviati al campo rifugiati Jungle vicino Calais, per costruire rifugi. Nessun biglietto sarà disponibile online”.

(LEGGI ANCHE: JUNGLE BOOKS, UNA BIBLIOTECA IMPROVVISATA NEL CAMPO PROFUGHI DI CALAIS)

28 settembre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti