Il turismo italiano

Coronavirus, le misure per salvaguardare il turismo italiano

Il ministro Franceschini: da Cdm prime importanti misure per turismo: "Dopo dilazione pagamenti, interventi strutturali e di rilancio"
Coronavirus, le misure per salvaguardare il turismo italiano

“Approvate ieri in Consiglio dei Ministri le prime importanti misure per il turismo colpito dall’emergenza Coronavirus. Sospensione dei versamenti previdenziali e contributivi per alberghi agenzie e tour operator di tutta Italia e possibilità per le agenzie di rimborsare i clienti con un voucher valido 1 anno”. Lo rende noto il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini al termine del tavolo di crisi con le associazioni di categoria.

Le tre fasi

Il ministro ha dichiarato “Per il turismo sono previste tre fasi diverse. La prima, quella più immediata, in cui si parla di dilazione di pagamenti. La seconda riguarda le misure strutturali d’intervento, mentre la terza sarà per il rilancio dell’immagine del Paese per uscire dall’emergenza”.

Le norme attuale

Ecco le norme sul turismo contenute nel decreto approvato ieri sera dal Consiglio dei ministri.

SOSPENSIONE VERSAMENTI TRIBUTARI E CONTRIBUTIVI FINO AL 30 APRILE

Sospensione fino al 30 aprile 2020 dei versamenti dei contributi previdenziali e delle ritenute fiscali per agenzie di viaggio e turismo, tour operator e tutte le imprese turistico ricettive in tutta Italia (Codice Ateco 55: alberghi, affittacamere, agriturismi, campeggi, ecc).

RIMBORSO PER VIAGGI E PACCHETTI TURISTICI ANCHE CON VOUCHER

Rimborso anche attraverso voucher per chi non ha potuto viaggiare o usufruire di pacchetti turistici a seguito delle misure adottate e delle conseguenze dovute all’emergenza covid-19 (vale per pacchetti turistici e viaggi da e per zona rossa; per andare a eventi annullati o sospesi da ordinanze e decreti; per viaggi all’estero bloccati per covid-19; per le gite scolastiche).

© Riproduzione Riservata
Commenti